Allarme pensioni giovani: a rischio una vecchiaia in povertà

Cosa rischiano i giovani di oggi con carriere discontinue? E' allarme povertà durante la vecchiaia.

di , pubblicato il
pensione

I giovani di oggi rischiano di non avere pensioni dignitose. A dirlo il 13esimo Rapporto sullo Stato sociale curato da Felice Roberto Pizzuti, economista della Sapienza. Le carriere precarie, discontinue e difficili porteranno inevitabilmente a pensioni molto basse. Si tratta, dunque, di un vero e proprio allarme che riguarda i giovani di oggi ma anche chi è stato assunto dopo il 1995.

Allarme giovani per le pensioni

Dopo tale data, infatti, sempre secondo il rapporto citato, molti lavoratori dipendenti hanno sperimentato retribuzioni basse e saltuarie e questo porterebbe ad una pensione inadeguata con il rischio alto di povertà. Si parla spesso, infatti, di povertà trattando temi relativi a stipendi e redditi ma anche il tema pensioni non è esente da preoccupazioni, soprattutto perché a farne le spese saranno gli anziani del futuro, che dovranno vivere con pochi soldi.

Secondo Pizzuti sarebbe congruo introdurre una pensione di base, “un importo pensionistico garantito che tenga conto degli anni di attività individuale anziché del solo montante di contributi accumulato”.

L’economista non sembra del tutto convinto della previdenza integrativa poiché soltanto lavoratori che hanno un contratto stabile potrebbero pagare i contributi ai fondi privati e all’Inps.

La colpa è delle carriere incerte

I giovani di oggi sembrano comunque già convinti che nel loro futuro la pensione potrebbe essere un miraggio. Pasquale Tridico, durante la presentazione del rapporto, ha parlato di questo grosso rischio, facendo riferimento alle pensioni incerte: “Per via di lavori precari e carriere instabili, difficilmente avranno pensioni dignitose” e sottolineando la necessità di allargare la pensione di cittadinanza fino a 780 euro. Sul tema è intervenuto anche Mattarella che ha fatto riferimento all’ esclusione ed emarginazione puntualizzando che gli interventi assistenziali non possono riferirsi solo alle erogazioni di sussidi.

Leggi anche: Pensioni anticipate: niente penalizzazioni sull’assegno, la normativa

Pensioni giugno, tagli in arrivo: ecco chi prenderà di meno e perché

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,