Allarme diabete e obesità: troppo pesanti anche per le casse della Sanità e il Parlamento costretto ad intervenire

Allarme diabete e obesità, il Parlamento scende in campo con una nuova misura che evidenzia 10 punti in cui si impegna per combattere questo fenomeno.

Condividi su
Seguici su
Angelica

diabete e obesità

Aumentano i casi di diabete e obesità in Italia, la sanità pubblica è sempre più in crisi con un forte aumento di queste patologie fin dall’età pediatrica.

Aumento casi di diabete e obesità

Forte aumento degli italiani con diabete e sovrappeso, oltre tre milioni hanno il diabete, il 35,2 % dei residenti nei centri urbani è sovrappeso, e 4 italiani su 10 hanno comportamenti sedentari.

E’ stata approvata all’unanimità alla Camera una risoluzione che impegna il governo ad adottare misure per la salute nelle aree urbane del Paese.

Allarme Diabete

I recenti dati Istat, hanno rilevato che in Italia, nel 2016, oltre 3 milioni 200 mila persone sono affette da diabete. Si tratta del 5,3% dell’intera popolazione (16,5% fra le persone di 65 anni e oltre).

I casi di diabete sono raddoppiati in 30 anni, nel 1980 interessava il 2,9% delle popolazione. L’incremento è dovuto anche all’allungamento della vita e alle diagnosi precoci. La morte per diabete si è ridotta di oltre il 20% in tutte le fascie di età.

Diabete, quando dà diritto alla pensione anticipata?

Diabete e obesità, causa delle condotte scorrette

Incidono su queste patologie le condotte di vita scorrette. E’ stato riscontrato che un terzo dei cittadini affetti da diabete risiede nei grandi insediamenti urbani; nelle città oltre 500mila abitanti, il 35,2 per cento dei residenti è sovrappeso e il 9,2 per cento obeso; 4 italiani su 10 hanno comportamenti sedentari.

Allarme da parte dei Comuni

In riferimento alla crescita di queste patologie, diabete e obesità, Health City Institute, Associazione nazionale comuni italiani (Anci), Federsanità Anci, Rete italiana città sane dell’Organizzazione mondiale della sanità, Coni, Istituto superiore di sanità, hanno siglato una rivolta agli oltre 8mila sindaci italiani per lanciare questo allarme.

Nel testo si legge: “La crescita drammatica delle malattie croniche non trasmissibili, come diabete e obesità, nelle nostre città è condizionata soprattutto dalle modifiche agli stili di vita alimentari e fisici”.

Il Parlamento scende in campo

La XII Commissione Affari sociali e sanità della Camera dei deputati ha approvato all’unanimità, con parere favorevole del Governo, una risoluzione, a prima firma dell’On. Daniela Sbrollini, in materia di salute nelle città.

La misura si articola in vari punti e indirizza il Governo ad adottare provvedimenti per lo sviluppo di politiche per la salute nelle aree urbane del nostro Paese.

Seguici su Facebook

Condividi su
Seguici su
Fine 1° parte. Vai a pagina 2
Argomenti:   Sanità

Commenta la notizia

SULLO STESSO TEMA