Aliquote Irpef

Le aliquote Irpef sono costituite dalla percentuale che si applica alla base imponibile per calcolare l’importo dell’Irpef. Le aliquote Irpef sono progressive e crescono al crescere della base imponibile. La progressività delle aliquote Irpef è per scaglioni, si hanno, cioè delle differenti classi di valore, gli scaglioni appunto, cui corrispondono aliquote crescenti. La base imponibile viene suddivisa in quote che ricadono dentro i singoli scaglioni, ad ognuna di queste quote viene applicata l’aliquota corrispondente allo scaglione in questione

L’Irpef è l’imposta sul reddito delle persone fisiche, ovvero una tassa personale progressiva che viene calcolata in base al reddito imponibile del lavoratore e del pensionato. Il reddito imponibile su cui viene calcolata l’imposta si calcola sottraendo dal reddito complessivo netto gli oneri deducibili. Secondo il reddito imponibile dichiarato nel 730 si rientra in uno dei 5 scaglioni Irpef che determinano quale è l’aliquota da applicare per il pagamento della tassa.

Come funzionano gli scaglioni e le aliquote Irpef?

Come anticipato in precedenza la base imponibile viene suddivisa in quote e a queste quote viene applicato l’aliquota dello scaglione corrispondente. Così se si ha, ad esempio, un’aliquota del 10% da 0 a 10mila euro ed un’aliquota del 20% da 10mila a 20mila euro, una base imponibile di 15mila euro si vedrà applicate entrambe le aliquote in questo modo: 10mila euro nel primo scaglione si vedranno applicare l’aliquota del 10%, i restanti 5mila euro finiranno nel secondo scaglione con una applicazione dell’aliquota del 20%.

Scaglioni ed aliquote Irpef

Dopo la revisione del 2003 gli scaglioni  e le aliquote Irpef sono i seguenti:

I scaglione – Per i contribuenti con un reddito compreso tra 0 e 15mila euro, l’aliquota applicata è del 23% con un Irpef lordo del  23% del reddito. Nel caso di massimo reddito si ha una tassazione pari a 3.450 euro. In questo scaglione rientrano tutti coloro che hanno un reddito mensile pari o inferiore a 1.250 euro.

II scaglione – Per i contribuenti con un reddito compreso tra  15.000,01 e 28mila euro, l’aliquota applicata è del 28% con un Irpef lordo pari a 3450 euro + il 27% sulla parte eccedente i 15mila euro. Nel caso di reddito massimo si ha una tassazione pari a 6.960 euro l’anno. In questo scaglione rientrano tutti coloro che hanno un reddito mensile compreso tra 1250 euro e 2335 euro.

III scaglione – Per i contribuenti con un reddito compreso tra 28.000,01 e 55mila euro, l’aliquota applicata è del 38% con un Irpef lordo pari a 6.969 euro + il 38% sulla parte eccedente i 28mila euro.  Nel caso di reddito massimo si ha una tassazione pari a 17.220 euro. In questo scaglione rientrano tutti i lavoratori con un reddito mensile compreso tra 2.335 e 4.583 euro.

IV scaglione – Per i contribuenti con un reddito compreso tra  55.000,01 e 75mila euro, l’aliquota applicata è del 41% con un Irpef lordo pari a  17.220 euro + il 41% sulla parte eccedente i 55mila euro. Nel caso di reddito massimo si ha una tassazione pari a 25.420 euro. In questo scaglione rientrano tutti i lavoratori con un reddito mensile compreso tra 4.583 e 6.250 euro.

V scaglione – Per i contribuenti con un reddito superiore a 75mila euro, l’aliquota applicata è del 43% con un Irpef lordo pari a  25.420 euro + il 43% sulla parte eccedente i 75mila euro. in questo scaglione rientrano tutti i lavoratori con un reddito mensile superiore a 6.250 euro.

Le aliquote Irpef si applicheranno al reddito imponibile considerato nel suo complesso, ovvero la somma di tutte le categorie di reddito a cui si dovranno sottrarre deduzioni e detrazioni applicando lo scaglione successivo solo sull’eccedenza rispetto allo scaglione precedente. Esempio: se si ha un reddito di 35mila euro non di applicherà l’aliquota del 38% su tutto il reddito ma solo sulla parte che eccede i 28mila euro dello scaglione precedente, sui quali sarà applicata l’aliquota del 27%.

1

Contributi Inps: aliquote, calcolo e modello F24 per il versamento della rata

Scade il prossimo 1 dicembre il termine per il versamento della rata Inps per i lavoratori autonomi: tutto quello che c’è da sapere

Leggi di Alessandra De Angelis
2

Addizionali comunali e regionali Irpef: cosa sono e come si calcolano

Cosa sono le addizionali Comunali e Regionali Irpef e come si calcolano?

Leggi di Patrizia Del Pidio
3

Conguaglio Irpef in busta paga: cos'è e come si calcola

Tutto quello che c'è da sapere sul conguaglio annuale in busta paga

Leggi di Angelina Tortora
4

Addolcitore d'acqua: si può usufruire delle detrazioni Irpef?

Quando è possibile usufruire della detrazione 50% nell'installazione degli addolcitori d'acqua domestici?

Leggi di Patrizia Del Pidio