Aggiudicatari Reddito di Cittadinanza, oltre 60 mila le card “invisibili”: che fine faranno i soldi?

Perché tra le card consegnate agli aggiudicatari del reddito di cittadinanza oltre 60 mila sono considerate "invisibili"? Quali sono i rischi?

di , pubblicato il
Perché tra le card consegnate agli aggiudicatari del reddito di cittadinanza oltre 60 mila sono considerate

Oltre 60 mila card consegnate agli aggiudicatari del reddito di cittadinanza sono “invisibili”. Che cosa significa questa definizione e quali sono i rischi connessi? Tranquilli: non si tratta di carte sparite nel nulla.

Leggi anche:

Importo basso: vale la pena accettare il reddito di cittadinanza?

Prelievi carta reddito di cittadinanza: quelle di importo più basso diventano invisibili

La questione che sta tenendo banco nelle ultime ore attiene piuttosto al limite dei 100 euro per il prelievo in contanti dalla carta del reddito di cittadinanza.

Da più parti è stato fatto osservare che, di fatto, queste somme sfuggono a qualsiasi controllo perché non c’è modo di sapere in che modo saranno effettivamente spese. Qualcuno aveva fatto notare che, astrattamente, entro i 100 euro i beneficiari del reddito di cittadinanza potevano di fatto, se male intenzionati, eludere anche il divieto di utilizzare l’importo del sussidio per il gioco d’azzardo (spesa vietata, ricordiamo, per chi beneficia del RdC).

La questione è tornata alla ribalta dopo che sono stati resi noti gli importi medi del sussidio. Dalle prime risposte Inps alle domande presentate a marzo infatti, è emerso che molti hanno ricevuto anche cifre inferiori a questa soglia dei 100 euro. In questo caso quindi, di fatto, tutto l’importo riconosciuto sfugge ai controlli.

Ad oggi, secondo le prime proiezioni, le tessere con somme che non arrivano a 100 euro sarebbero 61.670, cifra peraltro destinata ad aumentare (si stima che entro fine maggio saranno in circolazione 675 mila carte, di cui circa 80 mila caricate con importi inferiori a 100 euro mensili).

Nel complesso, contando anche i 100 euro prelevabili da carte caricate con importi più alti, a fine anno potrebbero arrivare fino a circa 400 milioni di euro gli importi fuori controllo (e di conseguenza anche a rischio di elusione del divieto di spese immorali).

Basterà la minaccia (o promessa) di pugno duro per evitare che vi siano abusi nell’uso della carta?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,