Aggiornate le FAQ dell’agenzia delle entrate-riscossione con le novità del Decreto di agosto

Le nuove risposte alle domande frequenti (FAQ) chiariscono molti aspetti legati alle novità introdotte con il decreto di agosto, rispetto a quanto già disposto dai precedenti decreti “Cura Italia” e “Rilancio”.

di , pubblicato il
Le nuove risposte alle domande frequenti (FAQ) chiariscono molti aspetti legati alle novità introdotte con il decreto di agosto, rispetto a quanto già disposto dai precedenti decreti “Cura Italia” e “Rilancio”.

Sul sito dell’agenzia delle entrate e riscossione sono state da poco pubblicate le nuove risposte alle domande frequenti (FAQ) relative alle novità in materia di riscossione previste dal decreto di agosto.

Le faq forniscono nuovi approfondimenti rispetto alle modifiche già disposte con i decreti “Cura Italia e “Rilancio”. Vediamo alcuni dettagli.

Faq Decreti Cura Italia, Rilancio e Agosto

Fra le modifiche più importanti introdotte con il decreto di agosto, sicuramente rientra il differimento al 15 agosto 2020 del termine “finale” di sospensione del versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione. In precedenza, tale termine era stato fissato al 31 maggio dall’art. 68 del DL n. 18/2020 “Cura Italia e, successivamente, slittato al 31 agosto dall’art. 154, lettera a) del DL n. 34/2020 “Rilancio”.

Pertanto, i pagamenti sospesi sono quelli in scadenza dall’8 marzo al 31 agosto 2020.

Sempre fino al 15 ottobre, come chiarito dalla FAQ n. 11, sono sospesi gli obblighi derivanti dai pignoramenti presso terzi, effettuati dall’Agente della riscossione prima della data di entrata in vigore del Decreto n. 34/2020, “se relativi a somme dovute a titolo di stipendio, salario, altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego nonché a titolo di pensione e trattamenti assimilati. Pertanto, il datore di lavoro, dall’entrata in vigore del Decreto Rilancio e fino al 15 ottobre 2020, non effettuerà le relative trattenute che riprenderanno, salvo l’eventuale pagamento del debito, a decorrere dal 16 ottobre 2020”.

La sospensione dei versamenti riguarda anche le rate dei piani di dilazione: Il pagamento delle rate in scadenza è sospeso dall’8 marzo al 15 ottobre 2020. Queste rate devono essere versate comunque entro il 30 novembre 2020.

Articoli correlati

Avvisi Bonari, proroga dei versamenti al 16 settembre anche per le rate precedenti

Dl Agosto: sospesi pagamenti e cartelle fino al 15 ottobre

Argomenti: , ,