Aggio Equitalia ridotto di un punto solo: la beffa della spending review

Nel testo sulla spending review al vaglio del Consiglio dei Ministri si studia la possibilità di ridurre l'aggio di riscossione di Equitalia non di due, come previsto prima, ma di un solo punto percentuale

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Nel testo sulla spending review al vaglio del Consiglio dei Ministri si studia la possibilità di ridurre l'aggio di riscossione di Equitalia non di due, come previsto prima, ma di un solo punto percentuale

Il Governo Monti nel testo sulla spending review prevede la riduzione dell’aggio di riscossione di Equitalia di un punto percentuale, passando dal 9 all’8%.

 

 

Il Consiglio dei Ministri è chiamato a vagliare il testo del decreto legge, tanto discusso, concernente la spending review che prevede, tra le tante novità, anche la riduzione dell’aggio di Equitalia.

 

Aggio Equitalia: manovra salva Italia

La possibilità di ridurre l’aggio di  Equitalia è stata paventata dapprima con il decreto salva Italia, per cui in base al principio di equità, il costo della riscossione per i contribuenti non dovrà essere superiore a quello sostenuto fino all’entrata in vigore del decreto Salva–Italia ovvero fino alla sua attuazione. Il taglio dell’aggio si configura come una possibilità contemplata nell’attuale disciplina della riscossione e che aspetta di essere definitivamente archiviata quando si darà piena attuazione al decreto Salva-Italia

 

Aggio Equitalia: spending review

Oggi il Governo sembra non voler attendere la piena attuazione del decreto salva Italia e approvare con il testo di legge sui tagli alla spesa pubblica, la riduzione dell’aggio di riscossione di Equitalia ma di un solo punto percentuale, passando dal 9 all’8%. Rispetto alle intenzioni precedenti allora, per cui si pensava alla riduzione dell’aggio di riscossione di Equitalia, di due punti percentuali, ora al vaglio del Governo tecnico vi è  il taglio di un solo punto percentuale. A voler essere critici, certo la riduzione dell’aggio di due punti percentuali non era di sicuro una misura risolutiva, ma poteva essere il primo passo verso una ridefinizione più umana degli importi delle cartelle esattoriali, visto che l’aggio si aggiunge a quelle voci di costo che fanno lievitare l’importo della cartella in questione. Ma ora il taglio di un solo punto che benefici concreti potrà portare?

 

Aggio riscossione all’8% dal 1 gennaio 2013?

Secondo quanto circola nelle bozze del testo sulla spending review, dal 1 gennaio 2013 sui ruoli emessi da Equitalia, il compenso per l’agente della riscossione non sarà più al 9%, ma all’8%. Il Governo sembra però aggiustare il tiro, quando prevede che con i risparmi raggiunti con i tagli inflitti dalla revisione della spesa pubblica, si potrà procedere alla riorganizzazione interna della società di riscossione, portando ad un’altra riduzione di 4 punti percentuali. Bene. Ma si dovrà attendere e demandare la realizzazione effettiva di questo taglio. ad un apposito decreto del Ministero dell’economia, da emanarsi entro il 30 novembre prossimo. La strada è lunga e si dovrà inoltre verificare se questa misura entrerà ufficialmente nel testo legge sulla spending review.

 

Sullo stesso argomento ti potrebbero interessare:

Equitalia più umana: aggio di riscossione verso la riduzione

 Cosa è l’aggio di riscossione di Equitalia

 

 Segui la discussione sul nostro forum:

Aggio riscossione equitalia: riduzione di 1 punto

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi