Agevolazioni fiscali disabili con legge 104 art. 3 comma 3, come si ottengono

Come si ottengono le agevolazioni fiscali disabili per se e per il familiare disabile, cosa deve contenere il verbale legge 104 art. 3 comma 3?

di , pubblicato il
Agevolazioni auto

Agevolazioni fiscali disabili: Salve, leggendo un articolo su internet ho letto che possiamo chiedere consiglio a lei. Allora a mia madre da circa 8 anni, hanno riconosciuto sia l’invalidità civile che l’accompagno. Volevo sapere se potevo avere delle agevolazioni sul bollo e sul passaggio di proprietà… Dimenticavo mia madre ha il Parkinson quindi non guida e l’accompagno sempre io. Grazie mille.

Dubbi e incertezze per le agevolazioni fiscali

Questo è un argomento che abbiamo trattato molte volte. Molte le problematiche incontrate dai disabili e i loro familiari nel richiedere i loro diritti. La normativa vigente precisa che il verbale deve contenere il diritto all’agevolazione, analizziamo quale dicitura deve contenere il verbale e se possibile fare richiesta per il familiare disabile.

Agevolazioni fiscali disabili anche per il familiare

Invece che la persona con disabilità, può beneficiare delle agevolazioni fiscali, anche il familiare che ne sostiene la spesa, a condizione che il portatore di handicap sia a suo carico ai fini fiscali. In questo caso, il documento comprovante la spesa può essere intestato indifferentemente alla persona disabile o al familiare del quale egli risulti a carico.

Per essere considerato “fiscalmente a carico” il disabile deve avere un reddito complessivo annuo non superiore a 2.840,51 euro. Per il raggiungimento di questo limite non va tenuto conto dei redditi esenti, come, per esempio, le pensioni sociali, le indennità (comprese quelle di accompagnamento), le pensioni e gli assegni erogati ai ciechi civili, ai sordi e agli invalidi civili. Superando il limite di reddito, le agevolazioni spettano unicamente al disabile: per poterne beneficiare è necessario, quindi, che i documenti di spesa siano a lui intestati e non al suo familiare.

La dicitura che deve riportare il verbale per le agevolazioni fiscali

L’Agenzia delle Entrate, con l’articolo n.5 del decreto-legge 9 febbraio 2012, il cosiddetto decreto “Semplifica Italia”, convertito nella legge 4 aprile 2012, n. 35, prevede che i verbali rilasciati dalle commissioni mediche di invalidità civile, handicap, cecità, sordità, disabilità “riportino anche l’esistenza dei requisiti sanitari necessari per la richiesta di rilascio del contrassegno invalidi di cui al comma 2, articolo 381, decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, e successive modificazioni, nonché per le agevolazioni fiscali relative ai veicoli previsti per le persone con disabilità”.

Se il verbale riporta la dicitura “non sono riconosciuti i benefici di cui all’art 4 del 9 febbraio 2012”, significa che non si può accedere alle agevolazioni auto ai fini fiscali per le persone con disabilità.

Conclusioni

Le consiglio di verificare la dicitura del verbale legge 104 art. 3 comma 3 di sua madre, se riporta gli articoli sopra menzionati, e se sua madre è fiscalmente a suo carico, può beneficiare di tutte le agevolazioni fiscali per disabili (bollo auto, passaggio di proprietà, detrazione acquisto auto e iva agevolata al 4%).

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,