Agenzia delle Entrate: valide le cartelle sottoscritte da dirigenti decaduti

L'Agenzia delle Entrate smentisce la nullità degli avvisi di accertamento sottoscritti da dirigenti decaduti a causa della sentenza 37/2015.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
L'Agenzia delle Entrate smentisce la nullità degli avvisi di accertamento sottoscritti da dirigenti decaduti a causa della sentenza 37/2015.

Un comunicato stampa diffuso dall’Agenzia delle Entrate conferma la validità degli avvisi di accertamento sottoscritti dai funzionari decaduti. Al contrario di quanto diffuso da alcuni organi di stampa, quindi, per quanto riguarda gli atti sottoscritti dai funzionari che avevano assunto ruoli dirigenziali senza concorso pubblico, l’Agenzia smentisce la nullità di tali atti (Cartelle esattoriali nulle Equitalia: come riconoscerle e contestarle).   La sentenza 3222/ 2015 della Corte Costituzionale quindi non rende nulli tutti gli avvisi sottoscritti da tali dirigenti, l’Agenzia delle Entrate, infatti, tiene il punto su tutti quelli sottoscritti prima della sentenza 37 del 17 marzo 2015.   L’Agenzia delle Entrate chiarisce che la sentenza 3222 del 2015 non avrebbe annullato l’atto di accertamento perché sottoscritto da un dirigente decaduto a causa della sottoscrizione da parte di un funzionari decaduto per effetto della sentenza 37/2015 ma perché sottoscritto da un soggetto non dotato di nona qualifica funzionale ritenendo la persona che ha sottoscritto l’atto non appartenente alla carriera direttiva. Appartenendo, al momento, come fa notare l’Agenzia delle Entrate, alla carriera direttiva il personale di terza area funzionale non dirigente, non si parla più di nona qualifica. Tale personale, infatti, può essere delegato da capo ufficio a firmare atti tributari.   Anche la Commissione Tributaria Provinciale di Gorizia si pronuncia a fare della non nullità degli atti specificando con la sentenza 63/01/2015, che la sentenza 37/2015 non comporta la nullità degli atti sottoscritti.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Agenzia delle Entrate