Affitto con riscatto: dalla locazione alla vendita, come funziona e limiti

Già ampiamente in voga negli Usa con la formula detta Rent to Buy, l’affitto con riscatto rappresenta una valida alternativa alla vendita tradizionale.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Già ampiamente in voga negli Usa con la formula detta Rent to Buy, l’affitto con riscatto rappresenta una valida alternativa alla vendita tradizionale.

Cos’è l’affitto con riscatto di un immobili? Legittimato dagli articoli 1523 ss. C.c., l’affitto con riscatto è di fatto una compravendita a tutti gli effetti, e all’atto del rogito l’acquirente entra in possesso dell’immobile, che però resta di proprietà del venditore fino al pagamento di tutte le rate. Praticamente l’acquirente vive in affitto, ma capitalizza la retta mensile versando delle quote che, a fine contratto, gli permetteranno di divenire proprietario dell’immobile al 100%.

Affitto con riscatto, come funziona e quando conviene

La convenienza è quindi reciproca, perché permette ad entrambi di concludere un affare, al giorno d’oggi difficile, come la compravendita di una casa, senza correre particolari rischi. Il venditore ha, dalla sua parte, la sicurezza di tornare in possesso dell’immobile qualora l’acquirente risultasse inadempiente, e quest’ultimo non deve vivere nell’ansia del pagamento del mutuo, ben sapendo di recuperare la parte che eccedeva i termini dell’affitto. Il venditore, una volta stabilita dal giudice la risoluzione del contratto, torna in pieno possesso dell’immobile, senza correre i rischi legati agli sfratti; deve però restituire le rate di vendita riscosse, trattenendo una somma (che di solito viene pattuita alla stipula del contratto) idonea all’uso dell’immobile, l’affitto insomma, più un rimborso danni a causa della mancata vendita finale. Questi dettagli vengono stabiliti dal giudice, se non inseriti in prima battuta nel contratto.

L’affitto con riscatto e aspetti fiscali da considerare

Tuttavia, se andiamo ad analizzare nel dettaglio gli oneri relativi all’acquirente, bisogna tenere in considerazione che dal punto di vista fiscale ci sono degli svantaggi, in caso di inadempienza. Poiché si tratta di una compravendita, chi acquista l’immobile si prende carico di tutte le imposte relative ad esso (tasse sui rifiuti e sui servizi indivisibili, eventuali Imu, ecc.), oltre alle spese di manutenzione straordinaria o di ristrutturazione. Se il contratto non dovesse andare a buon fine, e l’acquirente inadempiente dovesse restituire la casa al venditore, non verrebbe comunque risarcito delle tasse immobiliari pagate. L’affitto con riscatto rappresenta una valida formula, alternativa alla vendita immediata, per vendere o acquistare casa senza tirare in ballo il temuto mutuo; bisogna però studiare con attenzione, seguiti da un professionista, tutti i vantaggi e gli svantaggi ad esso connessi.      

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Affitto con riscatto - Rent to buy