Adeguamento pensione: cosa cambierà nel 2017

Come cambierà la perequazione della pensione a partire dal 2017?

di , pubblicato il
Come cambierà la perequazione della pensione a partire dal 2017?

Ogni anno, per effetto della perequazione, avviene la rivalutazione dell’importo della pensione legato all’inflazione. In questo modo l’importo dell’assegno pensionistico viene adeguato all’aumento del costo della vita in base ai dati indicati dall’Istat. Così facendo si cerca di proteggere quello che è il potere di acquisto delle pensioni anche se negli ultimi anni le rivalutazioni delle pensioni sono state riviste più volte.   Vediamo come si effettuavano gli adeguamenti negli anni passati, come si effettuano nel presente e cosa accadrà alle perequazioni a partire dal 2017.

 

Fino al 31 dicembre 2011

La perequazione pre riforma Fornero si suddivideva in 3 fasce:

  • fino a tre volte il trattamento minimo veniva concessa al 100%
  • tra 3 e 5 volte il trattamento minimo era concessa al 90%
  • sopra 5 volte il minimo era concessa al 75%.

2012

Con la Riforma Fornero cambia anche l’indicizzazione della pensione: viene posto un blocco dell’indicizzazione di tutte le pensioni di importo superiore 3 volte il trattamento minimo mentre per le pensioni di importo inferiore la rivalutazione è al 100%.  

Dal 2014

Le fasce di perequazione diventano 5

  • Fino a 3 volte il trattamento minimo 100%
  • Per trattamenti fino a 4 volte il minimo 95%
  • Fino a 5 volte il minimo 75%
  • superiori a 5 volte il minimo 50%
  • superiori 6 volte il minimo 45%

  Per il 2015 e il 2016 le rivalutazioni seguiranno lo schema del 2014 mentre nel 2017 le rivalutazioni delle pensioni subiranno dei cambiamenti. Gli scaglioni torneranno, nel 2017, ad essere 3 e si suddivideranno in questo modo:

  • sino a 3 volte il trattamento minimo rivalutazioni pari al 100%
  • da 3 volte il minimo a 5 volte il minimo la rivalutazione sarà pari al 90%
  • Oltre 5 volte il minimo la rivalutazione sarà del 75%
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: