Addizionali Irpef e Irap 2013, tutto sul calcolo dell’aumento per Calabria e Molise

A stabilire le modalità di calcolo della maggiorazione prevista per le addizionali Irpef e Irap 2013 solo per Calabria e Molise, è direttamente l'Agenzia delle entrate

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
A stabilire le modalità di calcolo della maggiorazione prevista  per le addizionali Irpef e Irap 2013 solo per Calabria e Molise, è direttamente l'Agenzia delle entrate

Addizionali regionali Irpef e Irap 2013 in aumento solo per Calabria e Molise, ai fini del piano di rientro per il deficit sanitario, il cui calcolo è affidato all’Agenzia delle entrate.

 Aumento addizionali regionali Irpef e Irap 2013

 Al fine di far rientrare il piano di deficit sanitario, si è deciso di aumentare le addizionali Irpef e Irap solo per le regioni di Calabria e Molise (si veda il nostro articolo Addizionale Irpef e Irap 2013, aumenti solo per Calabria e Molise. Ecco perchè), rispettivamente dello 0,30% per le addizionali Irpef e dello 0,15% per quelle Irap. Si demandava poi all’Agenzia delle Entrate il compito di comunicare sia le modalità di calcolo dell’acconto Irap per il 2013, sia quelle per l’applicazione dell’aumento dell’addizionale regionale Irpef per l’anno d’ imposta 2013. Queste modalità sono arrivate con un comunicato stampa dell’Agenzia guidata da Befera.

 Addizionali Irpef e Irap 2013: calcolo maggiorazioni

 L’Agenzia ricordando che per l’anno d’imposta 2013, in Calabria e in Molise troverà applicazione l’aumento delle addizionali Irpef e Irap, si sofferma in primo luogo sulle modalità di calcolo dell’acconto Irap 2013.

[fumettoforumright]

Addizionali Irap 2013: come si applica l’aumento

In particolare prevede che la maggiorazione avrà effetto sull’acconto Irap  da effettuare a novembre 2013 che dovrà essere determinato:

• con il metodo storico, assumendo quale imposta del periodo precedente quella  determinata applicando l’aliquota del 2012, già comprensiva della maggiorazione di 0,15 punti percentuali;

• con il metodo previsionale, assumendo come imposta di riferimento quella determinata applicando al volume della produzione previsto l’aliquota d’imposta  maggiorata di 0,15 punti percentuali.

Dall’importo dovuto su base annuale, calcolato con queste modalità, andrà sottratto quanto versato in occasione della prima rata, sulla quale la maggiorazione non era applicabile.

Calcolo aumento addizionale Irpef 2013

Per quanto invece riguarda l’incremento di 0,30 punti percentuali dell’addizionale regionale  Irpef, per anno d’imposta 2013, previsto per le regioni Calabria e Molise, si precisa che lo stesso produce effetti nell’anno 2014. Tuttavia, in relazione ai lavoratori dipendenti che cessano il rapporto di lavoro in corso d’anno, i datori di lavoro trattengono, in sede di conguaglio, l’importo dell’addizionale regionale 2013, oltre a quello delle rate residue dell’addizionale regionale 2012, applicando l’aliquota maggiorata, pari al 2,03%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi, Addizionale regionale IRPEF