Addio Equitalia: le ultime parole dell’ente di riscossione

L'addio di Equitalia nel suo ultimo comunicato stampa ai contribuenti.

di , pubblicato il
L'addio di Equitalia nel suo ultimo comunicato stampa ai contribuenti.

Da oggi Equitalia non farà più parte della nostra vita da contribuenti, ma non cambia poi molto nella vita di coloro che hanno debiti pendenti poichè il futuro potrebbe essere peggiore del passato visto che la riscossione dei debiti nei confronti del Fisco verrà assunta dall’Agenzia delle Entrate.

In ogni caso, da oggi 1 luglio Equitalia non sarà più il mittente delle cartelle esattoriale e a poche ore dalla sua rottamazione la società più odiata dagli italiani ha diffuso un comunicato stampa, l’ultimo, con il quale Equitalia ci lascia le sue ultime parole.

«Come previsto dal dl 193/2016, convertito con modificazioni dalla Legge n. 225/2016, dal 1° luglio 2017 le società del gruppo Equitalia sono sciolte (tranne Equitalia Giustizia) e nasce l’ente pubblico economico, Agenzia delle entrate-Riscossione.

L’esercizio delle funzioni relative alla riscossione sull’intero territorio nazionale (Sicilia esclusa) è attribuito all’Agenzia delle entrate ed è svolto dall’Agenzia delle entrate-Riscossione, ente sottoposto all’indirizzo e alla vigilanza del Ministro dell’Economia e delle Finanze.

Restano invariate le sedi degli sportelli, ma a partire da lunedì 3 luglio i contribuenti troveranno il nuovo logo, nuova modulistica, mentre le attività ed i servizi saranno svolti in continuità con la precedente gestione, considerato che l’Agenzia delle entrate-Riscossione subentra a titolo universale nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, delle società del Gruppo Equitalia.

Cambia anche il portale internet, raggiungibile all’indirizzo www.agenziaentrateriscossione.gov.it, dove gli utenti hanno a disposizione un vero e proprio sportello virtuale: entrando nell’area riservata con le credenziali di accesso è possibile controllare la propria situazione debitoria, pagare cartelle e avvisi, chiedere e ottenere una rateizzazione fino a 60 mila euro, sospendere la riscossione nei casi previsti dalla legge, richiedere il servizio di alert SMS – Se Mi Scordo, delegare un intermediario, visualizzare i documenti, anche quelli relativi alla definizione agevolata. Stessi servizi che possono essere utilizzati attraverso la app Equiclick, disponibile su smartphone e tablet. I servizi online nel pomeriggio di oggi, per alcune ore, non saranno accessibili per consentire le necessarie attività di aggiornamento dei sistemi informatici.

 Novità anche sul fronte dei social, con il nuovo canale twitter @AE_Riscossione in sostituzione di @equitalia_it che sarà chiuso, ma tutti i follower troveranno automaticamente casa nel nuovo account, mentre rimane invariato il contact center 06.0101 che fornisce consulenza e informazioni agli utenti».

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,