Addio alla mobilità dal 1° gennaio 2017

Addio indennità di mobilità, scompare dopo 25 anni. L'Inps chiarisce che è possibile la mobilità in deroga solo in alcuni casi.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Addio indennità di mobilità, scompare dopo 25 anni. L'Inps chiarisce che è possibile la mobilità in deroga solo in alcuni casi.

Addio alla mobilità dal 1° gennaio 2017, come previsto dalla legge Fornero del 2012. Dopo circa 25 anni viene abolito il sussidio spettante ai lavoratori licenziati da imprese industriali con più di 15 dipendenti o commerciali con più di 50 dipendenti.

A comunicarlo l’Inps con la circolare n. 217/2016, in essa l’Istituto fornisce indicazioni operative in merito all’ampliamento della possibilità di derogare sino al 50% delle risorse attribuite alle Regioni e Province Autonome.

Mobilità fino al 31 dicembre

Nella circolare vengono evidenziate le ripartizioni delle risorse assegnate ed il monitoraggio della spesa, sui provvedimenti concessori di ammortizzatori sociali in deroga che abbiano effetti di durata anche oltre il 31 dicembre 2016 e sui termini per le decretazioni da parte delle Regioni e Province autonome degli ammortizzatori sociali in deroga.

Quindi, la mobilità in deroga, potrà essere concessa, con effetti di durata ulteriore alla data del 31 dicembre, “solo nel caso in cui il trattamento abbia inizio entro la fine dell’anno 2016. L’istituto, precisa: “con decorrenza successiva al 31 dicembre 2016, purché sia consecutiva esclusivamente alla fruizione di un precedente intervento di mobilità ordinaria” scaduto dopo il 31 dicembre 2016.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News lavoro, Mobilità