Acquisto prima casa: Bausparen, il mutuo per tutti

Un nuovo tipo di finanziamento per l'acquisto della prima casa è stato messo in atto a Bolzano, vediamo di cosa si tratta.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Un nuovo tipo di finanziamento per l'acquisto della prima casa è stato messo in atto a Bolzano, vediamo di cosa si tratta.

Il nuovo modello di Risparmio per l’acquisto della casa di proprietà è stato messo in atto a Bolzano con il Bausparen.     Ad illustrare il metodo che permetterà soprattutto ai più giovani di comperare la prima casa, è stato il presidente Arno Kompatscher il quale ha confermato che questa è la prima forma del genere attuata in Italia.     Il Bausparen si affianca ai classici metodi di finanziamento ma non li sostituisce. E’ pensato innanzitutto per i giovani del ceto medio che hanno un reddito troppo basso per potersi permettere l’acquisto di un’abitazione a troppo alto per poter accedere ai contributi pubblici.     Il Bausparen abbina il contributo pubblico per l’acquisto alla pensione complementare e la provincia di Bolzano, che ha sempre investito molto nella politica della casa anche per incentivare l’edilizia, ha intrapreso questo impegno economico per soddisfare il bisogno primario dell’abitazione e al tempo stesso cercare di dare una spinta all’economia.     Per poter accedere al risparmio casa non c’è un limite di reddito poiché ad aprire il mutuo agevolato è il capitale accumulato nel fondo pensione convenzionato.    

Requisiti “Risparmio casa”

Per poter accedere a questo strumento aggiuntivo i richiedenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • iscrizione ad un fondo complementare convenzionato
  • non aver superato i 55 anni di età
  • risiedere in Alto Adige da almeno 5 anni
  • essere iscritti ad un fondo pensione da almeno 8 anni
  • voler costruire, acquistare o ristrutturare la prima casa
  • la casa deve essere ubicata in Alto Adige

  Chiunque in possesso di questi requisiti può accedere al mutuo agevolato presentando domanda ad una delle banche che hanno aderito alla convenzione, la banca, dopo aver verificato i requisiti e valutato il piano di finanziamento, stipulerà il contratto di finanziamento del mutuo “Risparmio casa”. L’importo erogato corrisponderà, al massimo, al doppio del capitale accumulato nel fondo pensione. Il mutuo in questione avrà un tasso fisso agevolato del 1,5%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mutuo prima casa