Acconto Irpef 2013 in aumento, approvato il decreto occupazione

Aumento dal 99 al 100 per cento dell'acconto Irpef 2013, acconto Ires e Irap per finanziare il rinvio dell'aumento Iva al 1 ottobre

di , pubblicato il

Acconto Irpef 2013 più pesante per effetto del mini rinvio dell’aumento dell’aliquota Iva dal 21 al 22% di tre mesi, dal 1° luglio al 1° ottobre 2013.

 Decreto occupazione, via libera dal Cdm

 Dopo tante discussioni, ieri il Consiglio dei ministri ha adottato il D.L. occupazione, il decreto che  mette al centro gli incentivi all’assunzione di giovani under 30 ma anche disoccupati over 50, bonus Sud e modifiche alla riforma lavoro Fornero, la legge n. 92 del 2012 e il rinvio di tre mesi del tanto temuto aumento Iva al 22%.

 Tassa sigarette elettroniche

 Abbiamo da una parte l’introduzione della tassa sulle sigarette elettroniche, le e-cig per un importo pari al 58,5% del prezzo di vendita al pubblico, dalla quale però dovrebbero arrivare nuove entrate solo per il 2014. Un intervento questo che riguarda esclusivamente i tabagisti.

 Acconto Irpef 2013

 

 L’altro intervento che invece coinvolge in maniera estesa i contribuenti è l’aumento dell’ acconto Irpef, Irap e Ires per quest’anno. In particolare il decreto occupazione prevede l’aumento dell’acconto Irpef 2013, dal 99 al 100%, nonché degli acconti Ires e Irap dal 100 al 101 per cento. Un aumento degli acconti fiscali che pesa sia sulle aziende che sui singoli contribuenti, anche se dal ministero rassicurano che tale aumento “non si traduce in tasse in più, si tratta piuttosto di un’anticipazione, appunto di un acconto, ma non di un aumento di pressione fiscale”. Ma non è detta l’ultima parola e il testo del decreto occupazione con l’aumento dell’acconto Irpef 2013, Ires e Irap potrebbero mutare o sparire. Come ha detto il ministro Franceschini: “Le coperture che il Governo propone per fronteggiare il mancato aumento dell’Iva per tre mesi sono come sempre migliorabili dal Parlamento”.

 

 

Argomenti: