Accetteresti di lavorare gratis? Ecco la risposta shock di 8 giovani su 10

Lavorare gratis è assurdo o accettabile? Lo abbiamo chiesto ai giovani e la risposta di 8 intervistati su 10 fa riflettere

di , pubblicato il
Lavorare gratis è assurdo o accettabile? Lo abbiamo chiesto ai giovani e la risposta di 8 intervistati su 10 fa riflettere

Accetteresti di lavorare gratis? Accenture, società americana di consulenza per le imprese, ha diffuso una ricerca che ha coinvolto giovani in cerca di lavoro per testarne la disponibilità ad investire nella carriera e nella specializzazione. L’83% degli intervistati, ovvero 8 giovani su 10, ha affermato che sarebbe disponibilead accettare un tirocinio non retribuito dopo la laurea in caso non sia disponibile un lavoro a pagamento.

Alcuni di loro si accollerebbero anche le spese per una eventuale formazione o per il trasferimento all’estero in caso di tirocini internazionali.

Sono proprio i laureati, anche se può sembrare paradossale, i giovani a cui viene richiesto più spesso di lavorare gratis. Come se, questa è l’impressione che se ne ricava, la laurea non fosse più un titolo sufficiente per aspettarsi uno stipendio insomma, almeno non nell’immediato.

Una tendenza che riscontriamo anche in Italia, anzi da noi questa legittimazione del “lavoro gratis per fare esperienza” inizia a diffondersi anche nel pubblico. Dal Comune di Battipaglia, che ha cercato volontari laureati in ingegneria per un bando per il nuovo Piano Regolatore, a Roma (la giunta Raggi si è affidata a volontari per il concerto di Capodanno e ora ne sta selezionando anche per la salvaguardia spiagge sul litorale laziale per l’estate 2017).

L’articolo 36 della Costituzione «Il lavoratore ha diritto a una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro» ha ancora un senso?

Voi lavorereste gratis? E se si a quali condizioni e per quale obiettivo di carriera?

Sullo stesso argomento leggi anche:

Contro la disoccupazione? L’unica arma è lavorare gratis

Il periodo di prova deve essere retribuito? 

Argomenti: ,