Accesso sito Inps e visualizzazione dati di altri utenti: è allarme per la privacy

C'è preoccupazione per i dati inseriti sul sito Inps: violata la privacy degli utenti?

di , pubblicato il
C'è preoccupazione per i dati inseriti sul sito Inps: violata la privacy degli utenti?

Sono giunte segnalazioni di dati sensibili di altri utenti visualizzati dopo l’accesso al portale per la richiesta del bonus 600 euro. Avevamo segnalato che il sito nelle ultime ore, nonostante la smentita della bufala sul click day per le domande, era stato preso d’assalto dagli utenti. Ora l’allerta diventa ben più grave. Riportiamo la denuncia dell’avvocato Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale dell’associazione Codici: “in un primo momento il sito è risultato irraggiungibile, probabilmente a causa dell’alto numero di accessi. Successivamente è tornato online, distruggendo però la privacy di tantissimi utenti. Chi visita la sezione My Inps, accede infatti al profilo di altri cittadini, sconosciuti, con cui non ha nessun legame. Parliamo di dati sensibili, come quelli anagrafici o di contatto. È un fatto gravissimo ed è assurdo che un Istituto così importante come l’Inps non abbia i mezzi per gestire un afflusso massiccio delle domande. Cosa si aspettavano, qualche decina di accessi? Stiamo monitorando la situazione ed abbiamo attivato il nostro Ufficio Legale per avviare un’azione collettiva per tutelare gli utenti danneggiati”.

Nel frattempo nella nota si legge che, chi ha avuto problemi di questo tipo al momento dell’accesso al sito Inps e ritiene di aver subito una violazione della propria privacy, può contattare l’associazione Codici via email all’indirizzo [email protected] per ricevere assistenza.

Argomenti: , ,