Abolizione Tasi: ma il vero fardello del 2016 sarà la Tari

L’abolizione Tasi risolve tutti i problemi dei proprietari di casa? In realtà a pesare sarà la Tari: ecco cosa sapere sulle tariffe della tassa sui rifiuti

di , pubblicato il
L’abolizione Tasi risolve tutti i problemi dei proprietari di casa? In realtà a pesare sarà la Tari: ecco cosa sapere sulle tariffe della tassa sui rifiuti

La Legge di Stabilità 2016 ha confermato l’abolizione Tasi 2016. Un sospiro di sollievo quindi per i proprietari di casa? In realtà resta la Tari e il peso, secondo una recente analisi, è anche maggiore di quello della Tasi. Saldo Tari 2015: tariffe città per città

Tari 2015/2016: tariffe e aumenti

Stando alle stime UIL infatti la tariffa sui rifiuti pesa mediamente 321 euro per famiglia, ovvero 14 euro in più della tassa sui servizi indivisibili. Colpa anche dei rincari: negli ultimi tre anni si è passati mediamente da 259 a 321 euro a famiglia. Restringendo l’analisi al 2015, gli aumenti Tari maggiori sono quelli di Torino (+7%); Venezia (+4,2%); Firenze (+3,7%); Bologna (+3%); Milano (+2,9%); Genova (+2,8%). C’è anche qualche Comune che ha abbassato l’aliquota Tari nell’ultimo anno: Cagliari (-6,4%); Palermo (-5,8%); Napoli (-2,8%); Roma (-1,5%).

Tari: quanto si paga

Guardando ai valori assoluti a pagare di più sono i cittadini di Cagliari con 450 euro medi, seguiti da quelli di Napoli che pagano 436 euro medi, Venezia 334 euro, Milano 331 euro, Genova 330 euro, Roma 318 euro, Bari 308 euro, Bologna 229 euro, Firenze 238 euro, Torino 262 euro, Palermo 289 euro.

Argomenti: