Abolizione Tasi: ecco chi ci guadagna veramente

Addio alla Tasi: a chi conviene veramente l'abolizione della tassa sulla prima casa? Quanto risparmia una famiglia media?

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Addio alla Tasi: a chi conviene veramente l'abolizione della tassa sulla prima casa? Quanto risparmia una famiglia media?

L’abolizione Tasi conviene? In molti si chiedono se sia veramente questa la strada da intraprendere per risollevare l’economia italiana, piuttosto che ridurre le tasse alle imprese. Ma aldilà dell’opportunità della manovra, quanto concretamente si risparmierà con l’abolizione delle tasse sulla prima casa e a chi gioverà veramente questo intervento? La Cgia di Mestre ha fatto i conti e ha evidenziato come, a guadagnare dall’abolizione della Tasi, saranno soprattutto i grandi proprietari immobiliari. Se infatti una famiglia dal reddito medio e con una abitazione ti tipo economico, non dovendo pagare la Tasi, dal prossimo anno risparmierà circa 2014 euro al mese, per chi possiede ville di lusso, dimore signorili o castelli il risparmio arriverà a 2 mila euro al mese. Le perplessità sono le stesse già sollevate anche in sede europea. Il governo potrebbe quindi decidere di abolire la Tasi solo fino ad una certa soglia valutata in base al reddito e al valore catastale e livellarla a scaglioni verso l’alta.

Tasse prima casa: cancellazione Tasi ma non per tutti?

Paolo Zabeo della Cgia riassume gli effetti della cancellazione della Tasi tout court: “Le famiglie che potrebbero essere beneficiate dall’abolizione della tassazione sulla prima casa sono quasi 19 milioni. Per i possessori delle abitazioni di categoria A2 (abitazioni civili) il ‘taglio’ sarà di circa 227 euro all’anno, per quelle A3 (tipo economico) di 120 euro, mentre i possessori di una abitazione di tipo signorile o di una villa beneficeranno di un ‘regalo’ attorno ai 1.830 euro. I proprietari di castelli, infine, potranno godere di un risparmio che dovrebbe sfiorare i 2.280 euro”. Aggiungendo “l’abolizione dell’Imu sulle abitazioni di lusso (91,2 milioni di euro), l’Imu sui fabbricati rurali (3,2 milioni di euro), quella sui terreni agricoli (897 milioni circa) e quella sugli imbullonati (250 milioni), verranno a mancare 4,6 miliardi di euro di gettito che, per il momento, non sappiamo ancora come saranno reperiti”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi