Abolizione Tasi 2016 anche per chi è in affitto

Padoan annuncia l'abolizione della Tasi non solo sulle prime abitazioni ma anche per chi è in affitto.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Padoan annuncia l'abolizione della Tasi non solo sulle prime abitazioni ma anche per chi è in affitto.

Abolizione della Tasi non solo per le prime case ma anche per chi è in affitto, in base alle dichiarazione del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan.   Questo porterebbe ad una modifica della disciplina che regolamenta la tassa sull’abitazione principale evitando anche una disparità tra i contribuenti possessori e utilizzatori.   In assenza di specificazioni, sottolinea Confedilizia, la disciplina così pensata sarebbe inaccettabile poiché andrebbe a penalizzare fortemente i proprietari che affittano le case. La soluzione ideale per Confeilizia sarebbe quella di eliminare del tutto la quota di Tasi che grava sugli affittuari andando, però, a ridurre anche la Tasi in generale sugli immobili locati.   Con la normativa vigente l’inquilino versa la Tasi in base ad una percentuale stabilita dal comune che può variare dal 10 al 30% dell’ammontare complessivo del tributo, mentre la parte restante è pagata dal proprietario. Con la revisione dell’imposta la quota a carico dell’inquilino sarebbe abolita anche se non si capisce bene se tale quota andrebbe di nuovo a pesare sul proprietario.   La Legge di Stabilità 2016, in cui la norma dovrebbe essere contenuta, dovrebbe servire a garantire al nostro Paese la spinta per uscire dalla crisi economica .

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi

I commenti sono chiusi.