8 per mille 2012: come effettuare la scelta in busta chiusa

8 per mille da destinarsi allo Stato, Chiesa ecc in busta chiusa solo per chi è esonerato dalla presentazione di Unico o 730

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
8 per mille da destinarsi allo Stato, Chiesa ecc in busta chiusa solo per chi è esonerato dalla presentazione di Unico o 730
Come fare la scelta della destinazione dell’8 per mille Irpef per chi non deve presentare l’Unico o il 730

 8 per mille 2012. Come devono effettuare la scelta delle destinazione della quota Irpef i soggetti esonerati dalla presentazione di Unico e del 730.

In vista della scadenza della presentazione del modello Unico 2012, il prossimo 1 ottobre, scelta importante che si fa nel momento della compilazione della dichiarazione dei redditi è la destinazione della quota dell’8per mille dell’Irpef.

8 per mille: cos’è

I contribuenti italiani hanno la possibilità di scegliere di destinare una quota pari all’8 per mille del gettito Irpef a specifici soggetti come lo Stato, la Chiesa Cattolica (a scopi di carattere religioso o caritativo), l’Unione italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del 7°, le Assemblee di Dio in Italia, la Chiesa Valdese, Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi, la Chiesa Evangelica Luterana in Italia, l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.

8 x mille: chi deve presentare la scelta in busta chiusa

Oltre nella dichiarazione dei redditi, la scelta della destinazione dell’8 x 1000 2012 può essere fatta in busta chiusa in particolar modo da chi è esonerato dall’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi, sia modello 730 che Unico Pf. A mò di esempio sono esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi, i contribuenti che, nell’anno d’imposta, hanno posseduto esclusivamente redditi di fabbricati derivanti esclusivamente dal possesso dell’abitazione principale e di sue eventuali pertinenze (box, cantina, ecc.), redditi di lavoro dipendente o di pensione corrisposti da un unico datore di lavoro che effettua le ritenute d’acconto, ed eventualmente redditi di fabbricati derivanti esclusivamente dal possesso dell’abitazione principale e di sue eventuali pertinenze, redditi di lavoro dipendente corrisposti da più soggetti, un reddito complessivo, al netto dell’abitazione principale e relative pertinenze, non superiore a 8.000 euro, al quale concorre un reddito di lavoro dipendente o assimilato per un periodo non inferiore a 365 giorni e non sono state operate ritenute ovvero un reddito complessivo, al netto dell’abitazione principale e relative pertinenze, non superiore a 7.500 euro, al quale concorre un reddito di pensione per un periodo non inferiore a 365 giorni e non sono state operate ritenute.

Scelta destinazione 8 x mille entro il 30 settembre

Questi soggetti possono effettuare la scelta della destinazione dell’8 per mille in busta chiusa, entro il 30 settembre di ogni anno direttamente allo sportello di un ufficio postale che provvederà a trasmettere le scelte all’Amministrazione finanziaria ovvero tramite un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (professionista, Caf, ecc.).

La busta da utilizzare per la presentazione della scheda deve recare l’indicazione “Scelta per la destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’Irpef”, il codice fiscale, il cognome e nome del contribuente.

Di seguito vi riportiamo proprio la scheda da compilare in cui effettuare la scelta della destinazione dell’8 per mille 2012, nonché del 5 per mille per cui si rinvia al nostro articolo 5 per mille 2012, c’è tempo fino al 30 settembre per partecipare:

 

–        8 per mille 2012. La scheda per la scelta   

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditi e Dichiarazioni