730 precompilato: tutte le credenziali di accesso

Dallo Spid alla carta nazionale dei Servizi, per accedere alla dichiarazione precompilata è necessario dotarsi di proprie credenziali.

di , pubblicato il
Dallo Spid alla carta nazionale dei Servizi, per accedere alla dichiarazione precompilata è necessario dotarsi di proprie credenziali.

Per accedere alla dichiarazione precompilata 2021 sono richieste specifiche credenziali. Si va dalle credenziali SPID alla carta nazionale dei servizi (CNS). Se abbiamo intenzione di ricorrere alla dichiarazione precompilata, senza l’ausilio di un intermediario, dobbiamo dotarci degli accessi necessari per non farci trovare impreparati alla data del 10 maggio 2021. Infatti, con il D.L. Sostegni, è stato prorogato al 31 marzo il termine per l’invio al Fisco, da parte degli enti esterni, banche, assicurazioni, enti previdenziali, amministratori di condominio, ecc, dei dati utili per la predisposizione della dichiarazione precompilata.

Da qui, il termine a partire dal quale viene messa a disposizione la dichiarazione precompilata è stato spostato dal 30 aprile al 10 maggio.

La dichiarazione precompilata 2021: si parte dal 10 maggio

Con il D.L. n° 41/2021, D.L. Sostegni, sono stati prorogati alcuni termini di adempimenti connessi alla predisposizione della dichiarazione precompilata da parte dell’Agenzia delle entrate. Infatti, l’art.5 ha disposto, in favore dei sostituti d’imposta, lo spostamento al 31 marzo del termine, per l’invio all’Agenzia delle entrate e per la consegna ai lavoratori, delle certificazioni uniche 2021. Periodo d’imposta 2020.

Inoltre, è stato spostato alla stessa data: il termine per l’invio telematico al Fisco dei dati relativi a oneri e spese sostenuti dai contribuenti nell’anno precedente, delle spese sanitarie rimborsate nonché degli altri dati riguardanti deduzioni o detrazioni. Su tale ultimo punto,  banche, assicurazioni, enti previdenziali, amministratori di condominio, università, asili nido hanno potuto completare la trasmissione dei dati al Fisco entro il 31 marzo.

Tali proroghe erano state già anticipate dal MEF con apposito comunicato stampa, il n°49 del 13 febbraio scorso.

Di conseguenza, è posticipato dal 30 aprile al 10 maggio 2021, il termine entro cui l’Agenzia delle entrate mette a disposizione dei contribuenti la dichiarazione dei redditi precompilata.

La dichiarazione precompilata 2021: le credenziali di accesso

Individuata la data a partire dalla quale è resa disponibile la dichiarazione precompilata, se il contribuente intende procedere all’invio diretto, senza avvalersi di un intermediario, sarà necessario dotarsi di specifiche credenziali di accesso.

Nello specifico, è possibile accedere alla dichiarazione precompilata con le credenziali Spid, le credenziali dell’Agenzia delle Entrate (Fisconline/Entratel) e altre credenziali.

A tal proposito, è possibile accedere con Credenziali Spid: il  “Sistema Pubblico dell’Identità Digitale”  permette di accedere alla propria dichiarazione precompilata. Anche in qualità di Tutore o Genitore, per presentare la dichiarazione per conto dei loro assistiti o minori tenuti alla presentazione della dichiarazione.  Anche come erede che presenta la dichiarazione per una persona deceduta.

Oltre alle citate credenziali, si potrà accedere alla precompilata  con la carta di Identità elettronica 3.0 e con il il Pin dispositivo INPS (direttamente dal sito dell’ente di previdenza).

Infine, è possibile accedere alla dichiarazione precompilata utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi.

Se siamo in possesso di una delle suddette credenziali, è possibile accedere alla dichiarazione precompilata. Senza che siano necessari ulteriori adempimenti.

Argomenti: , ,