730 precompilato non utilizzabile da tutti: ecco i redditi esclusi

Non tutti potranno utilizzare il 730 precompilato 2022 nonostante l’Agenzia delle Entrate lo abbia elaborato

di , pubblicato il
730 precompilato 2022, cosa fare dal 31 maggio e perché non sbagliare

Anche se l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione del contribuente il 730 precompilato 2022, non tutti potranno, comunque, utilizzarlo. Alcuni, infatti, potrebbero trovarsi nella situazione di dover obbligatoriamente presentare la Dichiarazione redditi 2022 con l’altro modello dichiarativo, ossia il Modello Redditi Persone Fisiche.

Ricordiamo che, il 730 precompilato 2022 (anno d’imposta 2021) sarà disponibile dal 23 maggio 2022 (questa data è frutto di proroga del decreto Sostegni ter). Dunque, sarà da tale data che i contribuenti potranno accedere al precompilato. Il termine ultimo per la presentazione al fisco (sia per il precompilato che per l’ordinario) è fissato al 30 settembre 2022 (salvo proroghe).

Il fatto che l’Amministrazione finanziaria metta a disposizione il precompilato non significa, però, che il contribuente sia obbligato ad utilizzarlo. Infatti, questi può, comunque, decidere di presentare la Dichiarazione Redditi 2022 con il 730 ordinario (se rientra tra i soggetti ammessi) oppure con il Modello Redditi Persone Fisiche.

Modello 730 precompilato, chi non può utilizzarlo

Una volta effettuato l’accesso al 730 precompilato 2022, sarà possibile accettarlo così com’è oppure modificarlo/integrarlo. Poi inviarlo, entro il 30 settembre 2022.

Ad ogni modo l’Agenzia delle Entrate ricorda, nelle istruzioni ministeriali al 730 stesso, che nonostante metta a disposizione il precompilato, questo non può essere utilizzato se il contribuente ha percepito, nel 2021, alcuni redditi che non possono dichiararsi con questo modello dichiarativo.

In tal caso si è obbligati ad utilizzare il Modello Redditi Persone Fisiche. In dettaglio non possono usare il 730 per la Dichiarazione redditi 2022, coloro che nel 2021 hanno percepito, ad esempio, uno o più dei seguenti redditi:

  • derivanti da produzione di “agroenergie” oltre i limiti previsti redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione
  • quelli di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita IVA
  • redditi “diversi” non compresi tra quelli indicati nel quadro D, righi D4 e D5 del 730
  • plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate e non qualificate.

Il termine ultimo di invio del Modello Redditi Persone Fisiche 2022 è stabilito, al netto di proroghe, al 30 novembre 2022. La presentazione può essere fatta direttamente o anche rivolgendosi ad intermediari abilitati (commercialista, consulente del lavoro, CAF, ecc.).

Argomenti: ,