730 precompilato: ecco tutte le spese già presenti nella dichiarazione

Il 730 precompilato nel 2016 si arricchisce di nuove voce di detrazioni aggiunte direttamente dal Fisco, vediamo quali.

di , pubblicato il
Il 730 precompilato nel 2016 si arricchisce di nuove voce di detrazioni aggiunte direttamente dal Fisco, vediamo quali.

Nel 2015 all’interno del 730 precompilato i contribuenti hanno trovato inserite in automatico diverse spese detraibili ma per alcune altre hanno dovuto provvedere all’inserimento autonomo perdendo, in questo modo, il diritto di non incorrere nei controlli da parte del Fisco.   Quest’anno le spese inseriter in automatico si arricchischino con nuove voci permettendo, quindi, ai contribuenti di accettare la dichiarazione precompilata senza apportare correzioni o modifiche.

Nel 730 precompilato del 205 i contribuenti hanno trovato:

  • interessi dei mutui
  • premi assicurativi
  • contributi previdenziali
  • contributi assistenziali

  Alcuni dei dati presenti nella dichiarazione dei redditi precompilata del 2015 erano ricavati dalle dichiarazioni degli anni precedenti (come ad esempio i bonus energia e quelli relativi alle ristrutturazioni edilizie). [tweet_box design=”box_09″ float=”none”]Ecco le detrazione che per il 2016 saranno inserite in automatico nel 730 precompilato[/tweet_box] Per quel che riguarda queste ultime voci, saranno inserite anche quest’anno, ma a differenza dello scorso anno le spese relative a queste voci saranno ricavate dalle comunicazioni di banche e poste. La differenza principale, quindi, è che fino al 2015 potevano essere inserite tali spese solo per le quote successive alla prima, mentre da quest’anno sarà presente in automatico anche la prima quota di detrazioni per spese sostenute nel 2015.   Il 730 precompilato nel 2016 si arricchisce con nuove voci di spese, esordiscono nella dichiarazione precompilata, infatti, anche le spese funebri, quelle relative ai costi universitari e le spese sanitarie.  

Detrazioni spese universitarie

Le nuove spese inserite nel 730 precompilato in relazione ai costi universitari sono:

  • corsi di istruzione universitaria;
  •  corsi universitari di specializzazione;
  • Corsi di perfezionamento
  •  master che per durata e struttura dell’insegnamento siano assimilabili a corsi universitari o di specializzazione;
  • iscrizione a corsi di dottorato di ricerca.

 

Detrazioni spese funebri

Entro il 28 febbraio 2016 i soggetti che emettono fatture relative a spese funebri dovranno trasmettere i dati relativi all’Agenzia delle Entrate. Nella comunicazione viene inserito il totale delle spese sostenute da ogni contribuente, i dati del soggetto deceduto e dei soggetti intestatari del documento fiscale che troveranno la detrazione del 19% relativa a queste spese già calcolata all’interno del 730 precompilato.

 

Detrazione spese sanitarie

La novità più consistente, e che riguarda la maggior parte dei contribuenti, è quella relativa alle spese sanitarie. Bisogna però precisare che per il 2016 il Fisco non riuscirà ad inserire nel 730 precompilato tutte le spese sanitarie: saranno presenti, infatti, soltanto le spese relative ai farmaci acquistati dietro presentazione di ricetta medica mentre per i farmaci da banco il contribuente dovrà provvedere all’inserimento manuale per poter fruire della detrazione del 19%. I contribuenti che inserendo manualmente i costi sostenuti per i farmaci da banco andranno a modificare la dichiarazione precompilata perderanno anche per quest’anno il beneficio dell’invio del 730 senza modifiche.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , ,