730 precompilato della persona deceduta, regole ad hoc per gli eredi

L’Agenzia delle Entrate detta regole ad hoc per l’accesso, da parte degli eredi, al 730 precompilato della persona deceduta

di , pubblicato il
730 precompilato 2022, dal 31 maggio la compilazione assistita quadro E

Anche gli eredi, obbligati a presentare la dichiarazione redditi del deceduto, possono adempiere utilizzando il 730 precompilato che l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione per quest’ultimo.

Ricordiamo che, laddove la persona deceduta fosse obbligata a presentare dichiarazione dei redditi e ciò non risulta eseguito prima decesso, dovranno poi farlo gli eredi per suo conto. In altre parole saranno gli eredi obbligati a presentare la dichiarazione della persona deceduta.

E’ solo da qualche anno che il legislatore permette di effettuare tale adempimento anche tramite Modello 730 (senza sostituto d’imposta). Ciò però solo laddove il deceduto rientri tra i soggetti ammessi all’utilizzo di questo modello dichiarativo. In caso contrario gli eredi dovranno utilizzare il Modello Redditi Persone Fisiche (è il caso ad esempio di soggetto deceduto con partita IVA).

In precedenza, invece, l’unica strada percorribile per gli eredi era il Modello Redditi.

730 precompilato del deceduto: cosa devono fare gli eredi

Laddove per la persona deceduta, l’Agenzia Entrate abbia, comunque, reso disponibile il 730 precompilato, gli eredi potranno farvi accesso e presentare il modello del deceduto in questa forma. Basta che lo faccia un solo erede.

Per l’accesso, tuttavia, è necessario essere abilitati. A questo fine, è necessario dichiarare la propria condizione di erede. Ciò può essere fatto con una delle seguenti modalità:

  • tramite l’apposito servizio disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate accedendo con la propria identità SPID, CNS o CIE
  • attraverso richiesta sottoscritta con firma digitale tramite PEC
  • recarsi personalmente presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate ed esibire la documentazione attestante la propria condizione di erede o una dichiarazione sostitutiva.

Le date da segnare sul calendario

Si tenga presente che se l’erede autorizzato ha inviato il 730 precompilato del deceduto, gli eventuali altri eredi autorizzati potranno poi solo visualizzare e stampare ma non potranno eseguire altre operazioni (annullamento, ecc.

).

L’autorizzazione ha validità fino al 31 dicembre dell’anno stesso.

Ricordiamo, infine, che, l’accesso al 730 precompilato 2022 (anno d’imposta 2021) è possibile dal 23 maggio 2022. L’erede accede tramite proprie credenziali SPID, CIE o CNS,

L’accettazione, la modifica o l’invio possono farsi dal 31 maggio. La scadenza, sia per il 730 precompilato che ordinario, è fissata al 30 settembre 2022. Tutte le date e le regole di accesso sono indicate nel Provvedimento Agenzia Entrate del 19 maggio 2022.

Argomenti: ,