730 Precompilato, dal 2016 in detrazione anche le spese sanitarie: ecco come

Detrazione spese mediche: dal 2016 si ma non in automatico. Ecco come autorizzare la seconda fase del 730 Precompilato

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Detrazione spese mediche: dal 2016 si ma non in automatico. Ecco come autorizzare la seconda fase del 730 Precompilato

Al via la seconda fase della dichiarazione dei redditi precompilata. Il 730 Precompilato si prepara ad ospitare anche lo spazio per la detrazione delle spese sanitarie: dal 2016 sarà possibile scaricare in automatico le spese mediche ma attenzione perché il passaggio non avverrà in automatico. Stando al parere del Garante della Privacy infatti deve essere il contribuente a consentire il trattamento dei dati personali per l’inserimento delle voci necessarie a detrarre le spese sanitarie personali e dei familiari a carico. Ecco come fare. Il primo step per l’integrazione del 730 Precompilato 2016 con le spese sanitarie si concretizza con l’implementazione del Sistema Tessera Sanitaria gestito dal Mef – Ragioneria Generale dello Stato per la trasmissione dei relativi dati al Fisco. Deve essere però il contribuente a consentire l’uso dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate. Tutte le informazioni relative a contribuenti che non utilizzano la dichiarazione dei redditi precompilata dovranno essere cancellati. Il Garante per la protezione dei dati personali ha imposto questi paletti per rafforzare la riservatezza.

Detrazione spese mediche: i dati sensibili nel 730 Precompilato

Entro il primo marzo di ogni anno saranno rese disponibili all’Amministrazione finanziaria le informazioni relative al periodo d’imposta precedente. Le modalità di accesso ai dati e il relativo trattamento sono stare rese note dal provvedimento datato 31 luglio 2015. I dati sensibili necessari alla detrazione delle spese mediche, e rilevabili dal “Sistema tessera sanitaria”, sono: codice fiscale del contribuente o di eventuali familiari a carico per i quali è stata sostenuta la spesa (anche in percentuale nel caso di carico condiviso); codice fiscale o partita Iva e denominazione di chi ha erogato la prestazione medica; data del ticket, dello scontrino o della fattura; tipologia di spesa (ticket, acquisto farmaci o noleggio di dispositivi medici, servizi sanitari erogati in farmacia, farmaci a scopo veterinario, visite mediche generiche o specialistiche, prestazioni chirurgiche ricoveri ospedalieri, etc); importo della spesa o del rimborso; data del rimborso. Sulla base dei dati a cui l’Agenzia ha accesso, sarà determinato determinando l’importo complessivo delle spese fiscalmente agevolabili, che risulterà nel 730 Precompilato dal 2016. Dal 15 aprile di ogni anno, il contribuente, accedendo all’area riservata nel portale dell’Agenzia, potrà verificare tutte le informazioni in via esclusiva. Tali dati infatti non sono consultabili né dai dipendenti dell’Agenzia in fase di assistenza né dai soggetti delegati alla dichiarazione precompilata.

Spese sanitarie nel 730 Precompilato: come negare il consenso

Se non volete che nel 730 Precompilato figurino le informazioni sulle spese sanitarie dovrete negare il consenso al trattamento dei dati. In caso di scontrino parlante basterà non comunicare a chi emette il documento il codice fiscale che si legge sulla tessera sanitaria. In tutti gli altri casi invece occorre chiedere al medico o alla struttura sanitaria di annotare nella ricevuta di pagamento la dicitura che conferma l’opposizione. Per le spese sostenute nel 2015, in vista della 730 Precompilato 2016, bisognerà accedere all’area autenticata del sito dedicato del “Sistema tessera nazionale”. Solo per questo primo anno di sperimentazione inoltre, sarà anche possibile comunicare direttamente all’Agenzia delle Entrate il tipo di spesa da escludere e l’identificativo della propria tessera sanitaria, il codice fiscale e gli altri dati anagrafici via email, telefonicamente o presentandosi di persona ad un qualsiasi ufficio territoriale delle Entrate provvisti di apposito modello di richiesta di opposizione e allegando copia del documento di identità.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: 730 precompilato