730 precompilato 2016: si rischia di perdere agevolazioni, ecco quali

Il 730 precompilato 2016 presenta molti dati carenti ed in alcuni casi errati, ecco a cosa deve prestare attenzione il contribuente.

di , pubblicato il
Il 730 precompilato 2016 presenta molti dati carenti ed in alcuni casi errati, ecco a cosa deve prestare attenzione il contribuente.

In piena stagione di dichiarazione dei redditi uno studio dei Caf della Cgil sottolinea quali sono i punti deboli del 730 precompilato 2016, quelli cioè che mettono a rischio il contribuente di perdere agevolazioni e di essere sanzionato.   Quali sono quindi i rischi nascosti nel 730 precompilato 2016? Le criticità nell’elaborazione del 730 precompilato 2016 non sono poche e proprio per questo i cittadini devono essere messi in guardia dei rischi che corrono. Come molto spesso è stato sottolineato, non tutte le spese sanitarie sono state inserite nel 730 precompilato, in alcuni casi ci sono contribuenti che non ne hanno trovata inserita neanche una e in questo caso bisogna provvedere manualmente ad inserire quelle mancanti come ad esempio il costo dei farmaci da banco.   I costi delle ristrutturazioni delle abitazioni non sempre sono registrate e in questo modo si rischia di perdere le agevolazioni corrispondenti, proprio per questo motivo il campo relativo alle ristrutturazioni va esaminato molto attentamente.   Neanche i costi delle spese universitarie sono inseriti in maniera certa, soprattutto per quel che riguarda le Università non statali e questa voce necessita di controlli approfonditi. Altro quadro che non sempre è corretto è quello relativo ai familiari a carico che molto spesso è incompleto, in questo modo si rischia di perdere importanti detrazioni per familiari a carico (come ad esempio i figli che spesso sono inseriti con percentuali sbagliati o per un totale di mesi inferiore a quello reale).

  Problematiche sono state registrate anche per quel che concerne la detrazione degli interessi passivi dei mutui: in alcuni casi sono riportati per due volte e il 73’ precompilato non li utilizza in automatico, dovrà essere il contribuente ad inserirli manualmente attraverso la modifica del quadro.   Proprio per tutte queste falle, che sono destinate in ogni caso ad aumentare, è bene fare molta attenzione se si desidera inviare autonomamente il 730 precompilato 2016.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , , ,

I commenti sono chiusi.