730 2016 quadro E: istruzioni, oneri e spese | Guida completa

Tutte le indicazioni per compilare la il Quadro E relativo alle detrazioni e alle deduzioni del modello 730 precompilato.

di , pubblicato il
Tutte le indicazioni per compilare la il Quadro E relativo alle detrazioni e alle deduzioni del modello 730 precompilato.

Nel Quadro E del modello 730 vanni indicate tutte le spese che il contribuente ha sostenuto nell’anno 2015 che danno diritto alla detrazione d’imposta o a una deduzione dal reddito. Le spese sostenute nel campo sanitario per motivi di salute, le spese sostenute per l’istruzione dei figli, gli interessi per il mutuo della casa sono detrazione e possono essere usate per diminuire le tasse da pagare.

I contributi previdenziali e assistenziali obbligatori e volontari, le donazioni libere in favore degli enti no profit sono invece deduzioni e vanno a diminuire il reddito su cui si calcola l’imposta dovuta. Sia le deduzioni che le detrazioni vanno inserite nel Quadro E del modello 730.    

Sezione I

In questa sezione vanno indicate tutte le spese  per cui spetta una detrazione del 19% o del 26%. Vediamo nel dettaglio quali detrazioni vanno indicate e in che righi:

  • Nel rigo E1 vanno indicate le spese sanitarie
  • Nel Rigo E2 vanno indicate le spese sanitarie per familiari non a carico
  • Nel rigo E4 vanno indicate le spese per i veicoli per persone con disabilità
  • Nel rigo E5 vanno indicate le spese per l’acquisto di cani guida
  • Nel rigo E6 va indicato il totale delle spese sanitarie per le quali è stata richiesta la rateizzazione nella precedente dichiarazione dei redditi
  • Nel rigo E7 vanno indicati gli interessi per mutui ipotecari per l’acquisto dell’abitazione principale
  • Nei righi da E8 a E12 vanno indicati:
  1. interessi per mutui ipotecari per l’acquisto di altri immobili
  2. interessi per mutui contratti nel 1997 per recupero edilizio
  3. interessi per mutui ipotecari per costruzione abitazione principale
  4. interessi per prestiti o mutui agrari
  5. spese di istruzione
  6. spese di istruzione per i cicli di scuola inferiore tra cui quelle della mensa scolastica
  7. spese funebri
  8. spese per addetti all’assistenza personale
  9. spese per attività sportive dei ragazzi
  10. spese per intermediazione immobiliare
  11. spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari furi sede
  12. erogazioni liberali a favore di popolazioni colpite da calamità, alle società ed associazioni sportive dilettantistiche  alle società di mutuo soccorso, a favore delle associazione di promozione sociale, a favore della società di cultura Biennale di Venezia per attività culturali e artistiche, a favore di enti operanti nello spettacolo, a favore di fondazioni operanti nel settore musicale, a favore di istituti scolastici di ogni ordine e grado, per il fondo di ammortamento dei titoli di Stato
  13. spese per beni soggetti a regime vincolistico
  14. spese veterinarie
  15. spese per servizi di interpretariato dai soggetti riconosciuti sordi
  16. spese sostenute per il riscatto degli anni di laurea dei familiari a carico
  17. spese sostenute per premi di assicurazione sulla vita e per gli infortuni
  18. alte spese detraibili

Sempre nella sezione I vanno indicate anche le spese per le quali spetta la detrazioni del 26% quali:

  • erogazioni liberali a favore delle Onlus
  • erogazioni liberali a favore dei partiti politici

entrambe da inserire nei righi da E8 a E12   Nelle prossime pagine vedremo come compilare le altre sezioni del quadro E del 730 2016.

 

Sezione II

In questa sezione vanno indicate le spese per le quali è prevista la deduzione dal redito complessivo e anche le somme tassate dal datore di lavoro ma che non avrebbero dovuto essere cnteggiate nei redditi da lavoro dipendente. Vediamo nel dettaglio cosa inserire e in quali righi:

  • Nel rigo E21 vanno inseriti i contributi previdenziali e assistenziali
  • Nel rigo E23 vanno indicati i contributi per gli addetti ai servizi domestici e familiari
  • Nel rigo E24 vanno indicate le erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose
  • Nel rigo E25 vanno indicate le spese mediche e di assistenza dei portatori di handicap
  • Nel rigo E26 vanno indicati altri oneri deducibili
  • Nel rigoE27 vanno inseriti i contributi per previdenza complementare
  • Nel rigo E28 vanno inseriti i redditi dei lavoratori di prima occupazione
  • Nel rigo E29 vanno ineriti i fondi in squilibrio finanziario
  • Nel rigo E31 vanno inseriti i fondi pensione negoziale dei dipendenti pubblici
  • Nel rigo E32 vanno inserite le spese per l’acquisto o la costruzione di abitazioni date in locazione

Sezione III A

In questa sezione vanno indicate le spese che si sono sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio nell’anno 2014 con le detrazioni al 36%, 41%, 50% o 65%.

Si indicano nei righi dall’E41 all’E44:

  • spese sostenute per la ristrutturazione di immobili
  • spese per l’acquisto o l’assegnazione di immobili facenti parte di edifici ristrutturati
  • spese sostenute per l’adozione di misure antisismiche e all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica
  • spese sostenute per la manutenzione o la salvaguardia dei boschi

Sezione III B

In questa sezione vanno indicate le spese sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio a partire dal 2011 ma in questa sezione vanno indicate le spese sostenute nel 2015, per le spese sostenute nel 2011, 2012 e 2013 i dati identificativi degli immobili non sono obbligatori se sono stati già indicati nelle dichiarazioni dei redditi degli anni precedenti. I righi da compilare sono dall’E51 all’E53  

Sezione III C

Nel rigo E57 vanno indicate le spese sostenute per l’arredo degli immobili ristrutturati usufruendo della detrazione prevista del 50%. Le spese per le quali è riconosciuta la detrazione sono quelle sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015 per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni).

Sezione IV

In questa sezione si indicano le spese sostenute dal 2008 al 2015 per gli interventi per il risparmio energetico in edifici già esistenti. La detrazione, da indicare nei righi E61, E62, E63 sono pari al:

  • 55 per cento, per le spese sostenute dal 2008 al 2012 e dal 1° gennaio al 5 giugno 2013;
  • 65 per cento, per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015

 

Sezione V

In questa sezione vanno indicate le spese sostenute dagli inquilini che hanno contratti di locazione di immobili adibiti ad abitazione principale.

Le detrazioni su queste spese vanno indicate nel righi E71 ed E72 e vengono riconosciute in relazione al reddito del contribuente e in base al tipo di contratto stipulato.

Sezione VI

In questa sezione vanno indicate le altre detrazioni di imposta ed in particolare: Rigo E81 – Detrazione per le spese di mantenimento dei cani guida Rigo E82 – Detrazione per l’affitto di terreni agricoli ai giovani Rigo E83 – Altre detrazioni

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.