730 2013, scade domani la presentazione al sostituto di imposta

Scade domani, 30 aprile 2013, il termine per la consegna del modello 730 al sostituto di imposta per il contribuente,

di , pubblicato il
Scade domani, 30 aprile 2013, il termine per la consegna del modello 730 al sostituto di imposta per il contribuente,

In scadenza domani il termine per la presentazione del modello 730 2013 al proprio sostituto di imposta.

 Mod 730 2013

Domani, 30 aprile 2013, è una data molto importante per tanti contribuenti che hanno scelto di consegnare  al sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico), senza allegare nessuna documentazione, il modulo 730 2013, relativo ai redditi del periodo di imposta 2012. Chi invece decide di affidarsi ad un esperto, quindi CAF o professionista abilitato, ha ancora tempo un mese, il 31 maggio prossimo, per esibire la documentazione necessaria per avere assistenza nella compilazione 730. Uno dei vantaggi nell’utilizzo del modello 730 è proprio quello di consegnarlo al proprio sostituto di imposta, datore di lavoro o l’ente pensionistico, per trasmetterlo essi stessi all’Agenzia delle entrate.

Presentazione 730 al sostituto di imposta

Si ricorda che il modello 730 2013 può essere presentato entro domani, 30 aprile 2013, al proprio sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico), sempre se quest’ultimo ha comunicato entro il 15 gennaio di prestare assistenza fiscale per questo periodo di imposta. Spetta agli stessi sostituti di imposta, anche se non prestano assistenza fiscale, effettuare le operazioni di conguaglio, consistenti nel trattenere le somme a debito o rimborsare le somme a credito risultanti dalla liquidazione della dichiarazione. Il sostituto d’imposta che non esegue il versamento del debito o il rimborso del credito di ogni singola imposta o addizionale se l’importo che risulta dalla dichiarazione è uguale o inferiore a 12 euro. Il contribuente che sceglie di affidarsi al  sostituto d’imposta, deve consegnare entro domani il mod 730 già compilato (per la compilazione 730 si veda il nostro articolo Compilazione 730, mod editabile o on line. Ecco come procedere). 

Modulo 730 2013 al sostituto di imposta, cosa deve fare il contribuente 

Il contribuente in questo caso non deve esibire la documentazione tributaria relativa alla dichiarazione, ma deve presentare il modello 730-1, in busta chiusa, in cui riporta la scelta per destinare l’8 per mille e il 5 per mille dell’Irpef.

Può anche essere utilizzata  una normale busta di corrispondenza indicando “Scelta per la destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’Irpef”, il cognome, il nome e il codice fiscale del dichiarante. Il contribuente deve consegnare la scheda anche se non esprime nessuna scelta, indicando il codice fiscale e i dati anagrafici. Se presenta la dichiarazione in forma congiunta, il contribuente deve inserire le schede per destinare l’otto per mille e il cinque per mille in un’unica busta sulla quale vanno riportati i dati del dichiarante.

Cosa deve fare il sostituto di imposta

Dopo aver consegnato il modello 730 2013 al sostituto di imposta, è proprio quest’ultimo che deve comunicare direttamente i dati contenuti nella dichiarazione dei redditi, per via telematica, al Ministero dell’Economia e delle Finanze e all’Agenzia delle Entrate, o consegnare i modelli 730 a un intermediario previsto dalla legge (agenzie postali, Caf o professionista abilitato, associazioni di categoria, professionisti), il quale invia i dati al Ministero dell’Economia e delle Finanze e all’Agenzia delle Entrate.

Argomenti: