L’Inps sui 3 mila euro a Natale, nessun nuovo bonus: ecco chi può averli (Comunicato ufficiale)

Inps avverte: nessun nuovo bonus Natale. Chi può avere i tre mila euro

di , pubblicato il
bonus natale comunicato inps

Eravamo già intervenuti su un argomento che sta spopolando in rete e creando non poca confusione (e illusioni) tra i genitori: la notizia di un’erogazione di tre mila euro per le famiglie con minori di anni tre, presentata come un nuovo bonus Natale. Tra proclami entusiasti e accuse di bufala: qual è la verità? Come spesso accade nel mezzo.

Inps smentisce: nessun nuovo bonus Natale

C’è una possibilità per chi ha figli sotto i tre anni di prendere tre mila euro (annuali) e la scadenza della domanda è a fine anno. Tuttavia non c’è nessun nuovo bonus Natale all’orizzonte: non si tratta che del bonus nido, già in vigore. Se lo vogliamo chiamare bonus Natale, dunque, è solamente per la concomitanza del termine per le domande con le festività invernali.

Eppure la fake news ha rimbalzato nel web velocemente e, presentata impropriamente, può contribuire ad alimentare confusione in un periodo già caotico e complicato. Ecco perché l’Inps si è visto costretto ad intervenire per smentire voci infondate.

Con un comunicato sul sito ufficiale, l’Ente ha smentito le notizie circa nuovi bonus di Natale per le famiglie con figli piccoli. Stesso chiarimento arriva anche sul canale Twitter dell’Ente.

Bonus nido, chi può ottenere tre mila euro e le domande di Natale

Proprio in questi giorni l’Inps sta effettuando i calcoli per il conguaglio e il pagamento di eventuali arretrati. Questo potrebbe essere uno dei motivi che ha portato al rispolvero della notizia ora. La novità del 2020 è stata l’inserimento dell’ISEE nella domanda: non è obbligatorio ma determinante ai fini del calcolo del bonus nido.

Queste le soglie previste:

  • per ISEE inferiore ai 25.000 euro è previsto un rimborso fino a 3.000 euro annui;
  • per redditi compresi tra i 25.000 e i 40.000 euro spettano fino a 2.500 euro l’anno;
  • per un reddito superiore a 40.000 euro si ha comunque diritto all’agevolazione ma l’importo scende a 1.500 euro.

I riferimenti ufficiali sono contenuti nel messaggio INPS 2839 del 16 luglio 2020.

Cosa c’è di vero?

L’INPS ha invitato gli utenti ad informarsi esclusivamente tramite le comunicazioni ufficiali che giungono dai canali informativi ufficiali dell’Istituto, ovvero il sito e i suoi profili social. Di seguito riportiamo proprio quanto scritto sul portale Inps:

 

Negli ultimi giorni sono arrivate all’Istituto e ai suoi canali social numerose segnalazioni circa un fantomatico nuovo bonus che l’INPS dovrebbe erogare.

L’Istituto smentisce categoricamente l’esistenza di benefici diversi da quelli già previsti dalle norme e si precisa che tutte le prestazioni di competenza dell’INPS sono presenti sul sito istituzionale.

Gli utenti sono invitati ad affidarsi esclusivamente alle comunicazioni che giungono dai canali informativi ufficiali dell’Istituto: il sito INPS e i suoi profili social.

Argomenti: ,