WeWork: Ceo e fondatore Neumann si dimette

di , pubblicato il
Adam Neumann, Ceo e fondatore di WeWork -società che fornisce spazi di lavoro condiviso per startup tecnologiche e servizi per altre imprese- lascia il timone.

Adam Neumann, Ceo e fondatore di WeWork -società che fornisce spazi di lavoro condiviso per startup tecnologiche e servizi per altre imprese- lascia il timone.

Ciò è avvenuto a seguito della pressione di alcuni membri del Board ed a seguito del rinvio dell’IPO, nonché della comunicazione di daalcuni dati finanziari; solo -e si fa per dire- nel 2018 la società aveva contabilizzato perdite per circa 1,4 miliardi di dollari.

Così, a seguito della preoccupazione dei investitori circa la governance e l’incapacità di recuperare le ingenti perdite, è arrivata la sfiducia dell’investitore più importante SoftBank, che finora aveva già effettuato importanti investimenti e dato ampi spazi di manovra al top management.

Neumann verrà quindi confinato sulla carica di presidente non esecutivo della casa madre – We Co, e verrà sostituito da Artie Minson, ex co-presidente e direttore finanziario di WeWork, e da Sebastian Gunningham, ex vice-presidente.

Dalla sua creazione (2010) ad oggi WeWork ha subito una crescita vertiginosa, arrivando ad esser valutata 45 miliardi nello scorso gennaio; tuttavia la quotazione al Nasdaq, che doveva essere un punto di arrivo, ha svelato tutti i problemi pregressi, dalle perdite subite ai conflitti d’interessi e questioni di governance.

Argomenti: