Wall Street: Apple appesantisce il Nasdaq, Dow Jones e S&P 500 da record

di , pubblicato il
Solo il Nasdaq si muove con il segno rosso a Wall Street nella seconda seduta della settimana

Previsioni rispettate solo per metà in apertura di contrattazioni a Wall Street. Dopo alcuni minuti dall’avvio degli scambi, infatti, solo l’S&P 500 e il Dow Jones stanno registrando rialzi significativi mentre il Nasdaq è in calo a causa della debolezza di Apple (Futures Wall Street annunciano apertura Borsa Usa ai massimi storici).

Ma andiamo con ordine. In avvio di seduta a Wall Street, il Dow Jones sta mettendo in evidenza una progressione dello 0,14% a quota 24.821 punti (nuovi massimo storici) mentre l’S&P500 sta segnando un rialzo dello 0,09% muovendosi attorno ai livelli record raggiunti nelle scorse sedute. Sia per quello che riguarda il Dow Jones che per quanto concerne l’S&P 500, a mettere di buon umore gli investitori sono le indiscrezioni sulla possibile approvazione della della riforma fiscale di Donald Trump da parte di Camera e Senato entro questa settimana.

Completamente diversa l’aria sul Nasdaq. Il paniere dei tecnologici, infatti, sta segnando una flessione dello 0,07% che è in parte dovuta alla secca battuta di arresto di Apple. La quotata dell’iPhone sta perdendo l’1% a seguito della decisione di Nomura di tagliare il rating a neutral da buy. Secondo gli esperti giapponesi, quindi, il titolo Apple non è più da comprare. Scrivono nella loro nota gli analisti: “Riteniamo che i guadagni del titolo legati al superciclo dell’iPhone X siano arrivati agli ultimi innings. Crediamo che la crescita unitaria, se non la crescita dei prezzi medi di vendita, sia ben anticipata dal consensus, e che il titolo viaggi in corrispondenza dei multipli storici“.

Argomenti: