Wall Street: apertura in ribasso, ancora dati macro dagli Usa

Avvio tinto di rosso per la borsa di Wall Street nella penultima seduta della settimana

di Enzo Lecci, pubblicato il
Avvio tinto di rosso per la borsa di Wall Street nella penultima seduta della settimana

Previsioni smentite in apertura di contrattazioni a Wall Street. Nonostante le indicazioni negative dei futures, la borsa Usa ha messo a segno un’apertura di contrattazioni tinta di rosso. Dopo pochi minuti dall’avvio degli scambi, il Dow Jones sta segnando una flessione dello 0,77%, l’S&P 500 è in calo dello 0,87% e il Nasdaq sta perdendo lo 0,53%. Dopo i due dati macro pubblicati nel primo pomeriggio (vendite al dettaglio e richieste settimanali di sussidi di disoccupazione (Vendite al dettaglio Usa oltre le attese ad ottobre), nuovi market mover sono arrivati dagli Usa. Stiamo parlando dell’indice Empire State manifatturiero e dell’indice Philadelphia Fed. Vediamo nel dettaglio. A novembre l’indice manifatturiero redatto dalla Fed di Philadelphia ha segnato un calo a 12,9 punti dai 22,2 del mese precedente, risultando peggiore delle stime del consensus che avevano previsto un calo a 20 punti. L’indice Empire State, misuratore dell’andamento dell’attività manifatturiera nell’area di New York redatto dalla Federal Reserve NY, ha segnato un aumento a 23,3 punti contro i 20 attesi dal consensus.

Argomenti: Borsa USA