Veneto Banca Popolare di Vicenza: Vestager plaude alla soluzione italiana su “aiuto alla liquidazione”

Il commissario Ue alla Concorrenza Margrethe Vestager ha messo in risalto l'importante ruolo di Intesa Sanpaolo nella risoluzione della crisi delle banche venete

di , pubblicato il
Il commissario Ue alla Concorrenza Margrethe Vestager ha messo in risalto l'importante ruolo di Intesa Sanpaolo nella risoluzione della crisi delle banche venete

Il via libera dell’Europa al piano del governo italiano per liquidare Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza ha ovviamente ottenuto il via libera dell’Europa. Oggi, però, è stato lo stesso commissario Ue alla Concorrenza Margrethe Vestager ad intervenire sulla vicenda. Secondo la Vestager, la modalità con cui l’Italia ha gestito la crisi delle banche venete “non ha aggirato le regole” europee.

Il commissario ha inoltre aggiunto che il caso delle banche venete non rappresenta “una variazione sull’Unione bancaria in quanto tale, ma piuttosto come la dimostrazione che ci si trova nella fase in cui si definiscono i vari del set di “sfumature” delle regole a disposizione.

La parte più interessante dell’intervista del commissario Ue alla concorrenza ha riguardato quello che è stato il “carattere” dell’intervento dello Stato e di Intesa Sanpaolo (Veneto Banca Popolare di Vicenza: Vestager plaude alla soluzione italiana su “aiuto alla liquidazione”).

Alla domanda se sia giusto parlare di salvataggio pubblico, il Commissario UE ha risposto: “Per le due banche venete c’è stato un aiuto alla liquidazione: le banche e le loro filiali scompariranno o saranno completamente integrate in Intesa Sanpaolo”. Riferendosi poi a come le autorità italiane, hanno gestito tutta l’operazione, il commissario Ue ha evidenziato che il vantaggio di questa procedura “sta nel fatto che il personale delle due banche sarà per ora tutto trasferito” a Intesa Sanpaolo.

Argomenti: , , , , ,