Veneto Banca – Popolare di Vicenza: nessun problema di liquidità e bail-in escluso per Padoan

di , pubblicato il
Padoan stempera il nervosismo sul salvataggio di Veneto Banca e della Popolare di Vicenza. Ecco le ultime news sulla situazione delle due banche venete

Il ministro dell’Economia Padoan prova a gettare acqua sul fuoco in merito alla crisi di Veneto Banca e della Banca Popolare di Vicenza. Dopo che ieri è arrivato il via libera della Corte dei Conti Corte dei Conti alla garanzia pubblica su 2,2 miliardi di bond che la Popolare Vicenza si appresta ad emettere, e su 1,4 miliardi di obbligazioni Veneto Banca, il responsabile del Mef in una intervista al Corriere della Sera ha escluso categoricamente che le due banche venete (o anche solo una di esse: Veneto Banca – Popolare Vicenza: se non sarà bail in, poco ci manca) possa correre un rischio bail-in.

Secondo Padoan il confronto, anche aspro, con la Commissione Europea è finalizzato ad individuare una soluzione che possa garantire la stabilità di Veneto Banca e della Popolare di Vicenza, tutelando in modo integrale anche i risparmiatori delle due banche.

Alla luce di tali indicazioni arrivate direttamente dal ministro, il Corriere della Sera ipotizza che le parti stiano lavorando sullo stesso schema del salvataggio di Monte dei Paschi di Siena. Come nel caso di Mps, ad essere sacrificati sarebbero azionisti e obbligazionisti istituzionali. Ad essere tutelati, invece, sarebbero depositanti e e obbligazionisti retail senior (Veneto Banca Popolare di Vicenza: sacrifici per azionisti e obbligazionisti istituzionali, tutela per correntisti).

Nelle parole di Padoan, per finire, non è mancato un chiaro segnale di rassicurazione generale. Il ministro, infatti, ha affermato che le due banche venete non hanno alcun problema di liquidità visto che entrambe dispongono di tutte le garanzie pubbliche necessarie.

Argomenti: , , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.