Veneto Banca Popolare di Vicenza: che fine ha fatto l’Europa? Ultime notizie su parole Mion

di , pubblicato il
Mion di Popolare di Vicenza lascia aperta la porta a una possibile decisione dell'Europa entro maggio

Dopo l’1 maggio il dossier relativo al piano di salvataggio di Veneto Banca e della Banca Popolare di Vicenza sembra essere finito in un cassetto. Dopo tante indiscrezioni sull’aumento di capitale precauzionale delle due banche venete, le notizie sul dossier relativo ai due istituti hanno iniziato a scarseggiare.

Questo silenzio ha portato, inevitabilmente, gli investitori a porsi una domanda ben precisa: ma il salvataggio di Veneto Banca e Popolare di Vicenza che fine ha fatto?

La risposta a questo tipo di interrogativi è molto semplice. Il silenzio sulle due banche venete, infatti, deriva dal fatto che, ad oggi 10 maggio, non ci sono state ancora novità concrete sullo stato di avanzamento dell’esame del dossier relativo alle due banche da parte della Commissione Europea.

E’ stato proprio per tranquillizzare la comunità finanziaria che nei giorni scorsi il numero uno della Popolare di Vicenza, Mion, ha affermato che “la discussione sul piano industriale continua, ci sono approfondite verifiche in corso e finché si parla vuol dire che c’è speranza. La pronuncia potrebbe arrivare entro la fine di maggio”.

Ricordiamo che la Commissione Europea è chiamata a decidere se l’intervento pubblico precauzionale necessario per salvare le due banche si configuri o meno come aiuto di stato. Prima della Commissione Ue ad essere chiamati a giudicare il piano di rilancio delle due banche venete erano stati i tecnici della Bce. Questi ultimi avevano quantificato in 6,4 miliardi il fabbisogno dei due istituti.

Argomenti: , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.