Veneto Banca e Popolare di Vicenza: aumento capitale precauzionale senza precedente fusione?

di , pubblicato il
Ultime novità sul piano di rilancio di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca mentre si attende la conclusione dell'offerta di transazione

Importanti novità in merito al piano di rilancio di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza. Secondo alcune indiscrezioni le due banche venete potrebbero richiedere una ricapitalizzazione precauzionale in modo autonomo ossia senza attendere la fusione. A lanciare questa ipotesi sarebbero stati i due board delle banche venete che, nella giornata di ieri, si sono separatamente riuniti per analizzare l’andamento dell’offerta di transazione ai vecchi azionisti e per inviare alla Banca Centrale Europea una risposta sui piani di rilancio (Rimborsi Banca Popolare di Vicenza: ultimo aggiornamento su adesioni alla transazione e Rimborsi Veneto Banca: aggiornamento adesioni a offerta).

Stando ai rumors in circolazione questa mattina, i due consigli di amministrazione si sarebbero dichiarati convinti che entrambe le banche posseggono individualmente i requisiti di solidità che sono necessari per poter quindi accedere alla ricapitalizzazione precauzionale.

A questo punto l’attenzione si sposta alla prossima settimana quando quanto dovrebbero tenersi i board straordinari dei due istituti per dare inizio a tutto l’iter attraverso la richiesta ufficiale al Ministero dell’economia. In base alle ultime notizie l’iter per il rilancio delle due banche venete prevede due ricapitalizzazioni distinte, per un ammontare sotto i 2,5 miliardi per ogni banca coinvolta. I due aumenti di capitali dovrebbero essere finalizzati entro il mese giugno.

Argomenti: , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.