Veneto Banca non sarà come la Popolare di Vicenza: Bolla rassicura in mercato

di , pubblicato il

veneto-bancaVeneto Banca non farà la fine della Banca Popolare di Vicenza che si è vista sbarrare la strada della quotazione a Piazza Affari da Borsa Italiana. Ad esserne convinto è il numero uno del gruppo Pierluigi Bolla che ha provato a rasserenare i mercati in vista dell’assemblea di domani che sarà chiamata a deliberare l’aumento di capitale da 1 miliardo.

Il manager ha affermato che “Veneto Banca non è nelle condizioni di fare la fine della Popolare di Vicenza. Sono due cose diverse, mi pare che le dichiarazioni che sono pervenute da Banca Intesa e il nostro moderato ottimismo ci fanno guardare avanti con tranquillità e serenità“. L’augurio del numero uno di Veneto Banca è che “dall’assemblea venga fuori una banca più forte e solida, che voglia dimenticare il passato e che si affacci al mercato e a un aumento di capitale con voglia di rimettersi a correre con la partecipazione degli azionisti, con la sponsorizzazione convinta da parte di Imi, di Banca Intesa e di tutto il consorzio“. Non è mancato nella parole del presidente un riferimento al possibile intervento del Fondo Atlante che non sarebbe “necessario“.

Ricordiamo che questa mattina Veneto Banca ha reso noto che dopo la ricapitalizzazione il Cet1 dell’istituto si attesterebbe sopra l’11% (Veneto Banca: a fine marzo CET 1 (fully loaded) al 6,8%).

Argomenti: , , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.