Veneto Banca gela Banca Popolare di Vicenza

Gelo da Veneto Banca all'ipotesi integrazione con Banca Popolare dell'Emilia Romagna

di Enzo Lecci, pubblicato il

Veneto BancaIeri il consiglio di amministrazione di Banca Popolare di Vicenza aveva dato il suo via libera a un aumento di capitale fino a 1 miliardo senza però sciogliere il nodo relativo all’intenzione di procedere con eventuali acquisizioni (Popolare di Vicenza vara l’aumento e punta a Veneto Banca).

Oggi uno di quei soggetti indicati come l’oggetto dei desideri della banca vicentina ha di fatto smentito tutti i rumors di stampa che erano circolati in questi ultimi giorni. Veneto Banca per bocca dell’amministratore delegato Vincenzo Consoli, ha chiarito che l’eventuale “operazione con la Popolare di Vicenza è sbagliata sotto il profilo industriale e incoerente con gli interessi dei soci, di tutti i colleghi e del territorio”. La dura presa di posizione del manager, di fatto, chiude la parta a quello scenario fortemente voluto della Banca d’Italia che prevedeva l’integrazione tra Veneto Banca e Popolare di Vicenza e la nascita di un nuovo gigante del settore delle popolari nel Nord Est.

Argomenti: Banca Popolare di Vicenza, Borsa Milano