Veneto Banca BpVI: quanto costa salvarle? Quanto costa il loro fallimento?

di , pubblicato il
Il fallimento di Veneto Banca e della Banca Popolare di Vicenza avrebbe un costo doppio rispetto al loro salvataggio. Ecco i conti

Quanto costerebbe il fallimento di Veneto Banca e della Banca Popolare di Vicenza? E di contro, quanto verrebbe a costare un salvataggio delle due banche venete alle prese con un delicatissimo percorso di risanamento ancora tutto in salita? Queste due domande sono ultimamente molto frequenti in tutti quegli ambienti che, per un motivo o per l’altro, sono interessati al dossier dei due istituti veneti. A provare a fare i conti è stato un articolo del Corriere Economia. Secondo alcuni calcoli, il salvataggio di Veneto Banca e della Popolare di Vicenza implicherebbe un aumento di capitale precauzionale pari a 4,7 miliardi di euro. A tal riguardo l’inserto del Corriere della Sera ricorda che l’Unione Europea, attraverso la Dg COmp (la Direzione generale della Competitività) punta affinchè almeno una parte di questo aumento di capitale arrivi da fondi privati (Veneto Banca Popolare di Vicenza: fondi private equity in soccorso? Ultime notizie su piano salvataggio).

Nel caso in cui le due banche venete dovessero essere invece abbandonate al loro destino, il conto potrebbe essere ancora più salato. Lo Stato, infatti, ha garantito bond per circa 6,5 miliardi di euro e un’altra tranche di titoli da 3,6 miliardi è in uscita in questi giorni. Complessivamente, quindi, lo stato perderebbe qualcosa come 10,1 miliardi di euro. Si tratta di una cifra che è pari quasi al doppio di quella che sarebbe necessaria per salvare le due banche venete.

Argomenti: , , , ,