Veneto Banca BpVi: se Intesa Sanpaolo interviene, suo dividendo sarà tagliato (analisti)

di , pubblicato il
Non c'è solo l'attesa per sapere come si muoveranno le altre banche a frenare Intesa Sanpaolo su Veneto Banca e sulla Banca Popolare di Vicenza, ma anche motivi più pratici.

La domanda che tanti investitori si stanno ponendo in questi giorni è perchè, nonostante le tante indiscrezioni circolate, nessuna banca italiana sana si stia concretamente adoperando per intervenire a favore delle banche venete. Nelle scorse settimane, infatti, erano circolate delle indiscrezioni insistenti sul possibile intervento, nell’ambito di un più vasto piano di salvataggio, di Intesa Sanpaolo e di Unicredit.

Questi rumors erano rimasti tali anche perchè le banche potenzialmente interessate ad entrare in azione, avevano anche fatto sapere che la loro disponibilità andava inquadrata in un più generale piano di azione portato avanti da tutte le banche sane (Banche venete: o partecipano tutti al salvataggio o sarà dura. Cimbri (Unipol) fa chiarezza su intervento banche sane).

In realtà, come puntualizzato oggi, il freno, in questo caso di Intesa Sanpaolo, non è da imputare solo alla logica necessità di capire come intende muoversi il settore bancario nel suo insieme, ma anche ad altri fattori. Secondo un’analisi di Mediobanca, infatti, se Intesa Sanpaolo non si sbilancia sulle due banche venete, è perchè il management della banca guidata da Messina vuole vederci chiaro su quelli che potrebbero essere gli effetti del suo intervento. Scrive Mediobanca che anche ipotizzando un interesse di Intesa Sanpaolo sono per gli assets buoni di Veneto Banca e della Popolare di Vicenza (Veneto Banca Popolare di Vicenza: spezzatino good/bad bank in vista? Intesa Sanpaolo “studia” banche venete), il prezzo da pagare non sarebbe indifferente. Pur nell’ambito di uno spezzatino, quindi, Intesa Sanpaolo, decidendo di intervenire a favore delle due banche venete, si vedrebbe costretta a ridimensionare il suo dividendo.

Ovviamente un taglio del dividendo, rispetto a quelle che sono le indicazioni contenute nel piano industriale ad oggi in vigore, non farebbe piacere agli investitori di Intesa Sanpaolo.

La consapevolezza che rischio che si andrebbe a correre spiega la freddezza di Intesa Sanpaolo sul salvataggio di Veneto Banca e della Banca Popolare di Vicenza.

Argomenti: , , , ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.