Vendita La7: Clessidra smentisce il coinvolgimento di Berlusconi

Mentre lunedì si decide sul destino di La7, Clessidra cerca di spegnere sul nascere alcune insinuazioni

di Carlo Robino, pubblicato il

Mentre è da poco scaduto (ore 18.02) il termine ultimo per presentare le offerte per Telecom Italia Media, oggi si registra una secca smentita da parte del fondo Clessidra sulla vendita di La7. La società di gestione del risparmio di Claudio Sposito ha dichiarato che la famiglia Berlusconi non è uno degli investitori del fondo Clessidra specificando che  “Clessidra Sgr e’ una societa’ di gestione del risparmio indipendente i cui azionisti sono gli stessi manager che amministrano i fondi gestiti“. In più fra gli investitori “non rientra nessuna entita’ riconducibile ne’ direttamente, ne’ indirettamente alla Fininvest ne’ tanto meno alla famiglia Berlusconi“. Con questo comunicato il fondo ha voluto così smentire alcune indiscrezioni che avevano fatto ipotizzare ad alcuni organi di stampa un intervento dell’imprenditore Diego Della Valle per togliere La7 dalle mani dell’ex Presidente del Consiglio (Vendita La7: Della Valle dietro il rinvio di Telecom?). Sulla vendita di tutta o solo di alcuni asset di TI Media, Telecom deciderà nel consiglio in programma lunedì 18 febbraio.

Argomenti: Borsa Milano, Telecom Italia Media