Unicredit, rally in Borsa: dopo Amundi, è battaglia per cessione Pioneer

di , pubblicato il
Equita giudica in modo positivo la possibile presentazione di una maxi-offerta da parte di Amundi per Pioneer. I tempi per la cessione, comunque, non sono brevi

Unicredit tira il freno a mano in Borsa dopo un avvio scoppiettante. In questo momento la big del settore bancario, infatti, sta segnando una progressione dell’1,7% dopo essere arrivata a guadagnare oltre il 3% nei primi minuti di negoziazione. L’andamento di Unicredit stride con quello di un Ftse Mib che, a un’ora dall’avvio degli scambi, sta mettendo in cassaforte lo 0,15%.

A spingere gli acquisti su Unicredit sono le ultime indiscrezioni di stampa sulla cessione di Pioneer. Stando ad un articolo de Il Messaggero, Amundi avrebbe presentato un’offerta di ben 4 miliardi di euro per la controllata Unicredit.

Secondo gli analisti di Equita la notizia è positiva. Scrive in una nota la sim milanese che “se l’offerta fosse superiore ai 3-3,5 miliardi ipotizzati finora sarebbe una notizia positiva per Unicredit che otterrebbe altri 15 punti base di impatto positivo sul CET1“. Secondo Equita, inoltre, “il maggior incasso aumenterebbe le probabilità che Fineco non sia venduta, ma ciò dipenderà ovviamente dal rafforzamento di capitale complessivo ritenuto necessario”.

Il rumors sulla maxi-offerta che Amundi avrebbe presentato per Pioneer non sembra comunque trovare conferme. Ricordiamo che nei giorni scorsi, Unicredit aveva congelato il dossier relativo alla cessione di Pioneer a dopo il referendum costituzionale di dicembre a causa delle incertezze di mercato che l’attesa per la consultazione sta già creando.

Argomenti: , ,