Unicredit, nuove assunzioni e mutui flessibili per rispondere alla crisi

Unicredit pensa a 500 nuovi inserimenti e prepara il lancio di mutui flessibili per cercare di spezzare il trend di caduta del mercato immobiliare

di Enzo Lecci, pubblicato il

L’ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, ha annunciato un piano di assunzioni di 500 giovani, in controtendenza rispetto al panorama nazionale, che vede un deciso peggioramento dei tassi di disoccupazione giovanile. In particolare, 100 riguarderanno profili senior a tempo indeterminato e 400 altrettanti contratti di apprendistato per il network e il canale diretto, di cui 150 sono già stati perfezionati quest’anno. Altri 20 giovani neolaureati saranno assunti a tempo indeterminato per formarli in qualità di manager ad alto potenziale. Gli inserimenti avverranno nell’arco di 18 mesi e sono stati possibili anche grazie ai nuovi strumenti previsti dal contratto nazionale, ha spiegato il Responsabile Risorse Umane di Unicredit, Paolo Cornetta.

Le nuove assunzioni rientrano in un piano di valorizzazione di 1.700 under 30 e di riqualificazione di quel 20% dell’intera forza lavoro di età superiore ai 55 anni. Ghizzoni ha precisato che pur sembrando poche 500 assunzioni (valgono l’1% dell’intero personale della banca in Italia), questo dato potrebbe essere rivisto all’insù, qualora vi siano nei prossimi mesi iniziative legislative che vanno nella direzione di sgravi fiscali o di maggiore flessibilità dei contratti.

Aldilà della politica dell’occupazione in Unicredit, i dati del rapporto immobiliare dell’Abi e dell’Agenzia delle Entrate di ieri sulle transazioni immobiliari in Italia nel 2012 sono drammatici: -25,7% sul 2011, facendo tornare il mercato ai livelli del 1985, cioè di quasi trent’anni fa, a quota circa 430 mila compravendite e con la previsione dell’ufficio studi Tecnocasa di non oltre 410 mila transazioni per quest’anno (Crollano le compravendite immobiliari. I prezzi delle case scenderanno ancora per Tecnocasa)

Proprio per cercare di vivacizzare la domanda e andare incontro alle esigenze della clientela, Piazza Cordusio avrebbe in mente di lanciare mutui flessibili Unicredit, non solo dal punto di vista del tasso d’interesse, bensì pure delle condizioni di gestione del prestito lungo l’arco della sua durata.

Argomenti: Borsa Milano, Unicredit