Unicredit, Intesa Sanpaolo e MPS cedono il 59,3% del capitale di SIA

di , pubblicato il

UniCredit, Intesa Sanpaolo, Banca Monte dei Paschi di Siena e BNL hanno sottoscritto con Fondo Strategico Italiano, F2i SGR e Orizzonte SGR gli accordi di compravendita riguardanti la cessione del 59,3% del capitale di SIA, di cui il 28,9% detenuto dal Gruppo Intesa Sanpaolo, il 20,1% da UniCredit, il 5,8% da Banca Monte dei Paschi di Siena e il 4,5% da BNL. Il prezzo è stato determinato sulla base di una valutazione del 100% del capitale di SIA pari a€765 milioni.

Ad esito dell’operazione, i tre acquirenti deterranno le seguenti partecipazioni nel capitale di SIA: Fondo Strategico Italiano 42,3%, F2i SGR 10,3%, Orizzonte SGR 6,7%. Intesa Sanpaolo eUniCredit manterranno ciascuno il 4% del capitale di SIA, mentre Banca Monte dei Paschi diSiena e BNL usciranno dalla compagine sociale e gli altri attuali azionisti di SIA conserverannonell’insieme una quota del 32,7%.

UniCredit, al perfezionamento della cessione del 20,1% del capitale di SIA, prevista entro il primo semestre 2014, registrerà un beneficio netto pari a circa €140 milioni di euro sull’utile netto consolidato e a circa 3 centesimi di punto sul Core Tier 1 (Basilea 2.5) e sul Common Equity Tier 1 ratio (Basilea 3).

Nell’operazione le banche venditrici sono state assistite da HSBC in qualità di advisor finanziario e da Pedersoli e Associati per gli aspetti legali. Il perfezionamento della compravendita è subordinato alle autorizzazioni delle autorità competenti.

Argomenti: , , ,