Unicredit ha le idee chiare. Che balzo a Piazza Affari!

di , pubblicato il

Ghizzoni UnicreditGli investitori sono decisamente entusiasti dei numeri trimestrali di Unicredit. La big del settore bancario, infatti, subito dopo la pubblicazione dei conti trimestrali è finita al centro di una forte ondata di acquisti. In questo momento Unicredit sta mettendo a segno una progressione del 3,86% collocandosi ai piani alti del comparto bancario. A spingere in avanti Piazza Cordusio è stato, in particolare, l’utile trimestrale decisamente migliore delle attese (Trimestrale Unicredit: balza l’utile e il titolo vola a Piazza Affari).

 

Utile Unicredit a 2 miliardi: Ghizzoni ci crede

Intanto il numero uno della banca Federico Ghizzoni ha affermato: “Gli importanti risultati raggiunti nel primo trimestre confermano la validità della strategia adottata e indicano che il Gruppo sta procedendo nella giusta direzione. L’obiettivo di utile netto intorno a 2 miliardi di euro che ci siamo dati per il 2014 è più vicino. Sulla base delle linee del piano strategico, stiamo lavorando con determinazione in tutte le divisioni e in tutte le geografie per perseguire una redditività sostenibile attraverso un modello di business vicino alle esigenze dei nostri clienti. Grazie alla crescita dei ricavi e a una riduzione strutturale dei costi anche l’Italia fa segnare un risultato positivo e contribuisce significativamente all’utile di Gruppo. Unicredit ha raggiunto questi risultati mantenendo una base patrimoniale solida e una copertura dei crediti problematici che si conferma la più alta in Italia e tra le migliori in Europa. Per la prima volta dal 2008, lo stock di crediti problematici lordi è in diminuzione. Il totale dei crediti verso la clientela è in aumento, a cominciare dall’Italia. Tutto ciò ci consente di guardare al 2014 con fiducia e con la consapevolezza di poter sostenere la ripresa che comincia a delinearsi”.

 

 

Argomenti: ,