Unicredit: cessione di crediti in sofferenza per 450 milioni di euro

Altra operazione di cessione nell'ambito del processo di de-risking per UniCredit; è stato ceduto un portafoglio da 450 milioni di crediti alle PMI.

di , pubblicato il
Altra operazione di cessione nell'ambito del processo di de-risking per UniCredit; è stato ceduto un portafoglio da 450 milioni di crediti alle PMI.

Altra operazione di cessione nell’ambito del processo di de-risking per UniCredit. L’istituto annuncia infatti di aver concluso un accordo con un veicolo di cartolarizzazione gestito da illimity  e un veicolo di cartolarizzazione gestito da Guber  per la cessione pro-soluto (ossia senza garanzia del cedente, Unicredit) di un portafoglio di crediti in sofferenza derivanti da contratti di credito chirografario verso clientela del segmento piccole e medie imprese italiane.

Cosa prevede la cessione

Il portafoglio comprende esclusivamente crediti derivanti da contratti di finanziamento (“large tickets”) regolati dal diritto italiano con una posizione creditoria, al lordo delle rettifiche di valore, di circa 450 milioni di euro.

illimity ha comprato una porzione del portafoglio con creditoria di circa 240 milioni di euro mentre Guber ha comprato la porzione restante con creditoria di circa 210 milioni di euro.

L’impatto della cessione è stato già recepito nel bilancio del secondo trimestre 2019 e l’operazione costituisce parte dell’attuale strategia di UniCredit di riduzione delle esposizioni deteriorate.

Argomenti:

I commenti sono chiusi.