Unicredit cede Pioneer a Amundi: prezzo e dettagli della cessione

Unicredit sottoscrive un accordo vincolante per la cessione di Pioneer ad Amundi. Il titolo della banca italiana vola in avvio di contrattazioni a Piazza Affari

di , pubblicato il
Unicredit sottoscrive un accordo vincolante per la cessione di Pioneer ad Amundi. Il titolo della banca italiana vola in avvio di contrattazioni a Piazza Affari

Unicredit ha reso noto di aver sottoscritto con Amundi un accordo vincolante per la cessione di Pioneer. L’accordo prevede il pagamento in cassa da parte di Amundi di un corrispettivo pari a 3,545 milioni per l’acquisizione di Pioneer. In aggiunta, UniCredit riceverà da Pioneer, prima della chiusura dell’operazione, un dividendo straordinario pari a 315 milioni.

Secondo Unicredit l’operazione rappresenta un ulteriore importante risultato della review strategica di Gruppo in corso, rivolta a rafforzare ed ottimizzare la struttura di capitale del Gruppo, migliorarne la redditività e mantenendo allo stesso tempo la flessibilità strategica necessaria a cogliere le opportunità di creazione di valore.

Alla luce dell’operazione, Unicredit trarrà beneficio da una partnership con un primario operatore nell’ asset management, n.1 in Europa e n. 8 a livello globale (con 1,276 miliardi di masse gestite), con comprovate competenze nel servizio della clientela bancaria retail ed elevate capacità di prodotto e di investimento. Il nuovo gruppo risultante dall’operazione avrà una più ampia gamma di prodotti e servizi offerti a beneficio della clientela di Unicredit in Europa.

L’operazione genererà una plusvalenza netta per Unicredit a livello consolidato pari a 2,2 miliardi nel 2017, con un impatto positivo sul Common Equity Tier 1 di Unicredit stimato in circa 78 punti base. L’operazione, approvata da parte dei Consigli di Amministrazione di Unicredit, Pioneer ed Amundi, è soggetta alle consuete condizioni sospensive, tra le quali l’ottenimento delle necessarie approvazioni da parte delle autorità di vigilanza e antitrust. La chiusura dell’operazione è attesa entro la prima metà del 2017.

Ovviamente positiva la reazione del titolo Unicredit che a Piazza Affari sta segnando una progressione del 2%.

Argomenti: , ,