Unicredit al risparmio: ok alla chiusura di 350 sportelli

Unicredit vara un piano di razionalizzazione della rete che non intaccherà però i livelli occupazionali

di Carlo Robino, pubblicato il

Unicredit, in un consiglio di amministrazione tenutosi ieri a Palazzo Cordusio, ha approvato la chiusura di 350 sportelli in Italia entro il 2015. L’amministratore delegato Federico Ghizzoni ha spiegato che 110 dei tagli complessivi verranno effettuati entro la fine dell’anno. Questo piano al risparmio di una delle big bank del nostro Paese è in continuità con le 150 chiusure di filiali completate nel 2012. Unicredit  prevede di risparmiare, solo in termini di costi immobiliari, 45 milioni di euro all’anno fino alla completamento del piano di riduzione. L’obiettivo del gruppo, ha aggiunto Ghizzoni, è anche quello di «eliminare il back office dalle filiali entro il 2015» chiarendo che non è previsto alcun tipo di esubero.

Argomenti: Borsa Milano, Unicredit