Unicredit: 8 offerte per la cessione di Pioneer. Ultime indiscrezioni sugli acquirenti

di , pubblicato il
E' scaduto ieri il termine per la presentazione delle offerte non vincolanti per Pioneer ed è già tempo di indiscrezioni sui possibili acquirenti

Non c’è la fila ma poco sembra mancarci. Può essere sintetizzata in questo modo la corsa per l’acquisizione di Pioneer da Unicredit. Stando alle ultime indiscrezioni di stampa, infatti, ben 8 offerte preliminari sarebbero già arrivate nella sede centrale di Unicredit. Il dato potrebbe non essere definitivo. E’ infatti vero che ieri scadeva il termine ultimo entro il quale presentare le proposte ma è altrettanto vero che, voci di corridoio, parlano di un possibile allungamento dei termini. Ci sarebbe quindi lo spazio per l’arrivo sul tavolo di Mustier di altre proposte non vincolati.

Cessione Pioneer Unicredit: i nomi dei possibili acquirenti

In attesa di sapere se eventualmente la deadline possa essere prolungata, già fioccano le indiscrezioni sull’identità degli offerenti. Per quello che riguarda questo aspetto c’è da dire che non esistono conferme ma solo voci di corridoio. Alcuni di questi rumors sono decisamente datati. E’ questo il caso dell’ipotesi Poste Italiane. La quotata gialla, infatti, avrebbe creato un veicolo assieme ad Anima e alla Cassa Depositi e Prestiti.

Nei giorni scorsi gli analisti si erano divisi sulla possibilità che anche Poste potesse farsi avanti. Adesso, però, i dubbi sembrano essersi diradati anche perchè Il gruppo di Caio potrebbe davvero investire fino a 1,5 miliardi per il 50% della società di Pioneer. Obiettivo della mossa di Poste Italiane sarebbe quello di puntare a diventare il terzo player italiano nel risparmio gestito alle spalle di Generali e Eurizon.

Tra gli altri possibili acquirenti di Pioneer, ci sarebbero anche il gruppo italiano Generali e alcuni grandi players esteri. Tra i nomi fatti dal Sole24Ore ci sono quelli di Amundi e Axa ma anche di Natixis, Aberdeen e Macquarie.

Come avevamo già anticipato su InvestireOggi nei giorni scorsi, i fondi di private equity sarebbero fuori dalla partita.

Argomenti: , ,